Tenutasi durante il Blizzcon, si è conclusa la World Championship 2014 del gioco di strategia online Hearthstone. Riassumiamo i momenti salienti di questo scontro che vede contrapporsi Firebat, giocatore statunitense, e Tiddler Celestial, cinese. Rapidamente, ecco le regole: ogni giocatore ha a disposizione Tre mazzi pre-costruiti, hanno potuto “bannare” uno dei campioni dell’avversario ed il primo ad eliminare tutti e tre i deck dell’avversario torna a casa con il montepremi, la coppa e la fama.

intro

1°Round

I due decidono di schierarsi entrambi con un mazzo druido; sin dalla prima mano si vede qualche differenza di assetto, più aggressivo l’americano mentre il cinese cerca di esercitare un certo control sui minion schierati. Dopo un inizio lento in cui vediamo contrapporsi lo Yeti di Firebat a quello di T.Celestial, il turno successivo risulta essere essenziale per il fine partita, infatti l’americano decide di assumere una tattica aggressiva ed invece di difendersi dai minion del cinese attacca per ben 8 danni. Segue la risposta cinese che esegue una spazzata sui minion avversari eliminandoli. Nonostante Firebat rimanga quasi sempre in inferiorità numerica, riesce a somministrare con il contagocce gli ultimi unidici danni, sorprendendo così T.Celestial con Savage Roar che assegna 2 punti di attacco extra ai suoi minion. Con il potere del druido infligge l’ultimo danno e la vittoria è sua.

2°Round

Questa volta vederemo fronteggiarsi un mazzo Druido (Firebat) contro uno Prete (T.Celestial). Sin dalla prima mano la tensione è palpabile, perchè l’americano deve compiere una scelta: ha la possibilità di generare altri 2 mana, ed evocare lo Shade of Naxxramas che potrebbe risultare definitvo per il round. Questa carta risulta essere molto pericolosa nelle prime fasi per due motivi, non è “targettabile” essendo Stealth quindi per il chierico è difficilmente eliminabile con le sue magie, ed a ciò si aggiunge la possibilità di mantenerla in gioco per molti turni, accrescendone il suo potere.

Immagine2

Ma non finisce qui, sembra sia il turno fortunato per Firebat, infatti dopo pochi turni riesce a contrastare il control del cinese schierando Cairne e Baine Zoccolo Sanguinario… L‘espressione di T.Celestial dice tutto. Ma non è finita qui infatti l’americano tiene in pugno l’intero round e ancora una volta lo vince schierando in un solo turno 3 Treant e potenziandoli assieme a Baine con Savage Roar infligge 20 DANNI IN UN SOLO TURNO. Strage di Firebat che si porta sul 2-0.

3°Round 

Warlock vs Druido. Il terzo round è scoppiettante, con una bella giocata da ambedue le parti, infatti T.Celestial evoca due Draco Crepuscolari che sono immediatamente silenziati dall’americano seguito da un “SORRY ABOUT THAT“, incredibile botta e risposta per i due. Ma il match si fa sempre più duro, colpi a ripetizione da entrambe le parti. Inaspettatamente la svolta: T.Celestial si protegge schierando minion con Taunt ma Firebat pesca inaspettatamente Cavaliere Nero che ha come effetto quello di eliminare un minion proprio con quell’abilità. La fronte madida di sudore dell’americano, fa capire che la vittoria è lì, deve solo allungare la mano, schierare  qualche minion con carica e annientare l’avversario che non ha il tempo di rispondere: ha aspettato troppo per la sua combo.

“Hail the new World Champion, FIREBAT” urla il presentatore, la folla si scatena e lo statunitense esce dalla taverna per prendere gli applausi del pubblico, la coppa ed i suoi 100.000$. Emozionatissimo il giovane ragazzo saluta tutti i suoi fan, che lo hanno seguito durante i suoi stream e lo hanno incoraggiato durante le sue partite.

Immagine3

Fortuna o bravura? Hearthstone è senza dubbio un gioco basato su ambedue le cose, ma a mio giudizio, ha vinto il giocatore con la strategia capace di fronteggiare le situazioni più disparate. Firebat, con il suo mazzo Druido è in cima alla piramide di Herthstone!

http://www.youtube.com/watch?v=wfjSOekJ8Bc

 

Antonio Palomba