“Rafa Benitez in silenzio ha messo insieme cifre impressionanti, almeno in attacco”. E’ quanto dichiara la Gazzetta dello Sport in merito all’ottimo periodo di forma del club azzurro. Analizziamo le cifre.

  • Tiri in porta: Napoli primo con 75 shots (Juventus seconda e Lazio terza).

Come espresso dai colleghi della GdS: “Il Napoli offensivamente è la squadra migliore del campionato. Si capisce da tiri in porta, occasioni da gol, presenza in area”. Il reparto offensivo dei partenopei oltre ad essere il più temibile in Serie A è anche l’unico invidiato in Europa da squadre come ad esempio il Liverpool e l’Atletico Madrid che per più volte hanno iniziato a sondare la possibilità di un’ipotetica trattativa per Higuain, Callejon, Mertens e Hamsik.

  • Chiare occasioni da gol create: Napoli primo con 26 palle gol (Roma seconda con 16 e Juve terza con 13).

“Il Napoli domina perché ha lasciato per strada 26 palle-gol, un paio a partita, mentre Roma e Juve si fermano rispettivamente a 16 e 13. Benitez deve solamente sistemare un po’ la difesa”. Una delle pecche degli azzurri sarebbe proprio quella di avere un reparto difensivo non all’altezza del corrispettivo attacco, infatti spesso e volentieri i bombardieri di Benitez hanno portato a casa i 3 punti proprio grazie alla loro incredibile forza offensiva, con cui hanno potuto sopperire agli innumerevoli svarioni di una difesa in cui l’unico a fare la differenza è la new entry Koulibaly.

  • Gol segnati in area: Napoli primo con 21 gol in area di rigore (Roma quinta e Juve sesta).

Dopo un iniziale periodo negativo sia in campionato che in Europa, gli uomini di Mr.Rafa hanno saputo superare le delusioni per la disfatta di Bilbao e stanno riportando gioia tra i tifosi non solo con una striscia di vittorie, bensì anche con un gioco spettacolare che rende il Napoli la squadra più europea tra tutte le italiane.

  • Passaggi riusciti nella metà campo avversaria: Napoli primo con 2856 forward/back passes.

Il possesso palla del Napoli è migliorato a vista d’occhio con la gestione tecnica Benitez: lontana dall’unico target di ripartenze di mazzarriana memoria. Il numero di passaggi riusciti, migliorati in percentuale di circa il 7% rispetto allo scorso anno calcistico, consente al club partenopeo di esprimersi al meglio non solo in velocità con le repentine verticalizzazioni, ma anche con trame di gioco nella mediana grazie alle fasce che cercano di creare spazio nelle difese avversarie allargando gli esterni.

Anche Salvatore Bagni è intervenuto (ai microfoni di Napoli Magazine) in merito all’ottimo periodo di forma degli azzurri di Benitez. In particolar modo ha rilasciato dichiarazioni riguardanti il reparto avanzato: “Il Napoli ha cinque giocatori, Higuain, Hamsik, Insigne, Mertens e Callejon, che nessuno ha. Mancano 27 giornate e non si può pensare di limitarsi ad un solo obiettivo, meglio giocare partita dopo partita e vedere se la squadra continua ad esprimersi su questi livelli. Nessuna sorpresa nel vedere Jorginho e David Lopez dal primo minuto in campo, anche se a centrocampo, in una squadra vincente, vorrei vedere giocatori che sappiano fare le due fasi. Gargano il suo contributo lo dà sempre e se sbaglia è per eccesso di generosità. Con Pepe Reina il Napoli avrebbe qualche punto in più, non solo per le parate ma per il carisma. Insigne è un fenomeno e per quello che stiamo vedendo, con la pressione che ha addosso, sta facendo cose importanti. Koulibaly già lo conoscevo e se migliora ulteriormente, eliminando qualche black out, può diventare fortissimo”.

Leggi anche: S.S.C. Napoli: il bilancio dell’era De Laurentiis – De Laurentiis vende il Napoli? – Hamad Al Thani: lo sceicco che vuole il Napoli – Stadio San Paolo: il Napoli perde 15 milioni annui – Stadio Napoli: progetti sì, soldi no

Fonte virgolettati: gazzetta.it / calcionapoli24.it / areanapoli.it / napolimagazine.com.cn

Fonte dati statistici: gazzetta.it

Fonte immagine in evidenza: spazionapoli.it

Fabio Palliola