L’11° giornata di Premier League è caratterizzata da scontri interessanti, su tutti Liverpool-Chelsea, grande classico del calcio inglese.

Il rosso e il blu sono due colori primari, una categoria ristretta dalla cui combinazione è possibile ottenere qualsivoglia cromia. Ebbene, mescolando rosso e blu (colori delle suddette squadre) con il verde (colore del prato di gioco), la scienza dimostra che si ottiene il giallo, tinta che nella sua trasposizione letteraria rappresenta un genere caratterizzato da suspense, tensione ed eccitazione, topos del football inglese. E’ infatti il 27 aprile 2014 quando la verde erba di Anfield è calpestata per l’ultima volta dai Blues, intenti a rovinare i sogni di gloria dei Reds, che inseguono il loro 18° titolo dal 1988. Qui colori si mescolano e il finale è giustappunto un giallo: Demba Ba e Willian trafiggono Mignolet negli extra-time, ridisegnando gli scenari al vertice della Premier League, vinta poi dal Manchester City.

Su queste premesse, sabato il Liverpool ha tentato invano di restituire il favore al Chelsea di Josè Mourinho, che ha dato l’ennesima dimostrazione di forza. Il team londinese è destinato alla vittoria finale, difatti, i numeri sono impressionanti, 29 punti su 33 disponibili, 9 vittorie, 2 pareggi e nessuna sconfitta in campionato. D’altro canto, il Liverpool di Brendan Rodgers, la cui panchina è oramai in discussione, ha perso la brillantezza dello scorso anno quando il campionato è stato perso, come anticipato, solo all’ultima giornata. Tra i tifosi serpeggia malumore, essendo le possibilità di rivalsa ormai svanite.

LIVERPOOL – CHELSEA 1-2: i padroni di casa sono subito aggressivi e dopo alcuni tentativi trovano la via del successo grazie a Emre Can, in gol all’8′. Gli ospiti rispondono subito, con una potente conclusione di Gary Cahill che gonfia la rete al 14’. La partita è emozionante ed entrambe le squadre cercano il vantaggio. Nella ripresa i Blues ci credono e Diego Costa trova il gol decisivo al 67’, portandosi a 10 realizzazioni complessive. Borini e Gerrard ci provano, ma non basta. Vince il Chelsea, pronto a stupire anche in Europa.

ggll

UNITED – PALACE 1-0: il 4-1-4-1 dà concretezza ai Red Devils che battono di misura i Glaziers all’Old Trafford. Juan Mata, man of the match, subentra a Januzaj nella ripresa, trafigge subito Speroni al 67’ e colpisce anche un palo all’83’ con un tiro da fuori. L’asso spagnolo regala la vittoria ai propri tifosi, scettici rispetto il ritmo altalenante della propria squadra, la quale non riesce ancora ad imporsi sul panorama nazionale. L’impressione è che la campagna di trasferimenti invernale potrà essere decisiva per accelerare quel processo di crescita avviato da Louis van Gaal la scorsa estate. La difesa è il reparto perfettibile, infatti nel suddetto incontro, sono stati schierati come centrali il diciannovenne Mc Nair e Blind (finora utilizzato come centrocampista arretrato), con Valencia (esterno offensivo) terzino destro e il solo Shaw nel proprio ruolo ideale, sulla sinistra.

QPR – CITY 2-2: nel match con più gol della 11° giornata il pareggio è salutare solo allo spettacolo; difatti il City frena la sua rincorsa al primo posto (sorpassato ora dal Southampton) mentre il Qpr resta nella zona critica della Premier League. I padroni di casa passano in vantaggio al 21’ con Austin, ma poco dopo Aguero trova il pareggio (32’). Al 76’ Demichelis segna nella propria porta, ma sempre il Kun ristabilisce gli equilibri all’83’, con il 12° centro stagionale.

TUTTI GLI ALTRI RISULTATI DI PREMIER LEAGUE

Sugli altri campi, è da evidenziare l’ennesima prova positiva della rivelazione di questa Premier League, ovvero i Saints di Graziano Pellè, vincenti contro i Foxies, grazie ad una doppietta di Long (2-0). Cadono invece i Gunners con gli Swans (2-1), i Toffees con i Potters (1-2), i Magpies con i Baggies (0-2) e i Tigers con i Clarets (1-0). Pareggiano West Ham – Aston Villa (0-0) e Sunderland – Everton (1-1).

CLASSIFICA AGGIORNATA DI PREMIER LEAGUE

  1. Chelsea 29 pti.
  2. Southampton 25 pti.
  3. Manchester City 21 pti.
  4. West Ham 18 pti.
  5. Swansea 18 pti.
  6. Arsenal 17 pti.
  7. Manchester Utd. 16 pti.
  8. Newcastle 16 pti.
  9. Stoke City 15 pti.
  10. Everton 14 pti.
  11. Liverpool 14 pti.
  12. Tottenham 14 pti.
  13. West Bromwich 13 pti.
  14. Sunderland 12 pti.
  15. H. City 11 pti.
  16. A. Villa 11 pti.
  17. Crystal Palace 9 pti.
  18. Leicester 9 pti.
  19. QPR 8 pti.
  20. Burnley 7 pti.

PROSSIMO TURNO DI PREMIER LEAGUE

22/11/2014 Leicester Sunderland
22/11/2014 Chelsea West Bromwich
22/11/2014 Stoke Burnley
22/11/2014 Manchester City Swansea
22/11/2014 Everton West Ham
22/11/2014 Newcastle QPR
22/11/2014 Arsenal Manchester U.
23/11/2014 Crystal Palace Liverpool
23/11/2014 Hull Tottenham
24/11/2014 Aston Villa Southampton

Fabio Fin