Il Round Robin, o più semplicemente il Gruppo B dell’ATP Final Masters di Londra vede lo svizzero Roger Federer, lo scozzese Andy Murray, il giapponese Nishikori, il canadese Raonic, ed infine lo spagnolo David Ferrer, contendersi due posti disponibili per le semifinali dell’ultimo grande torneo ATP della stagione 2014.

Solitamente il girone si compone di soli 4 tennisti, ma Raonic, dopo due sconfitte, ha dato forfait per un guaio muscolare; al suo posto subentra David Ferrer che, ormai a giochi fatti, disputa solo la terza giornata contro Nishikori, perdendo tra l’altro al terzo set.

La sfida odierna tra Ferrer e Nishikori è fin qui l’unica sfida di tutto il torneo di Londra (Girone A incluso) ad essersi conclusa al terzo set, deludente fin qui le poche ore di match e soprattutto la prevedibilità dei match in cui non si è mai vista una traccia di rimonta. Attualmente la situazione del Gruppo B vede in testa Roger Federer con due vittorie all’attivo ed un ultimo ostacolo: Andy Murray. Lo svizzero, già qualificato al turno successivo, deciderà le sorti di Nishikori (2 vittorie ed una sconfitta) nella sfida contro lo scozzese. Infatti, in caso di vittoria insieme allo svizzero (con il primo posto, e dunque una sfida in semifinale con il secondo classificato del Gruppo B, probabilmente Wawrinka) sarebbe il giapponese a strappare un biglietto, probabilmente beccando Novak Dkojovic in semifinale (in quanto primo classificato del Gruppo A). In caso di sconfitta del numero 2 del mondo la situazione si fa più sottile: Murray deve vincere senza perdere alcun set per assicurarsi il passaggio del turno, eliminando così Nishikori, ma in caso di 2 set a 1 dello scozzese si andrebbe incontro ad una parità di vittorie (2 a testa), di set (4 vinti e 3 persi) e dunque, come ultimo criterio decisivo, si conterebbero i game (33-31 il conteggio finale dopo 3 match di Nishikori, 21-20 dopo 2 match quello di Murray). Praticamente, nell’eventualità che Murray vincesse 7-6 0-6 7-6 contro Federer nella notte di giovedì, il suo conteggio dei game sarebbe passivo (35-38) e perciò, inferiore a quello del giapponese, che passerebbe dunque il turno. A Murray, perciò, serve una vittoria ed anche abbastanza imponente sullo svizzero, apparso in ottima forma sull’indoor di Londra.

Da dimenticare, invece, le prestazioni di Milos Raonic che alle sue prime Finals di Londra conta 0 vittorie ed un infortunio che potrebbe allontanarlo dai campi per un po’; David Ferrer invece, subentrato al canadese, ha una sola partita persa contro Nishikori, ma comunque un compenso economico tra apparizione e sponsor.

Al termine delle sfide del Round Robin di Londra si avrà il quadro generale delle semifinali, dove il primo del Gruppo A affronterà il secondo del Gruppo B, ed il secondo del Gruppo A affronterà il primo del Gruppo B. Fin qui, il Round Robin non è stato entusiasmante, poche reazioni, poche ore di gioco e partite non esaltanti visti gli illustri partecipanti al torneo inglese, si spera in un finale più avvincente.