L’attaccante della Roma Mattia Destro è nel mirino dell’Arsenal. Piace ad Arsene Wenger. Secondo quanto riportato dal tabloid inglese METRO.UK, i Gunners sarebbero pronti a sborsare una cifra vicino ai venti milioni di sterline per assicurarsi il giocatore di Ascoli Piceno. Addirittura secondo Tribalfootball, gli inglesi incontreranno l’agente del calciatore già nella prima settimana di Gennaio, ma noi non ce la sentiamo di confermare questa ultima ipotesi.
Trattenere l’attaccante comunque non sarà semplice. Destro in più di un’occasione ha già implicitamente manifestato il suo desiderio di cambiare maglia, desiderio che stava per avverarsi questa estate quando era divenuto obiettivo di tre grandi club europei come Chelsea, Tottenham e Wolfsburg.

Per la Roma è tempo di scegliere. Tenerlo oppure no?

I giallorossi hanno in casa un centravanti che spesso e volentieri la butta dentro alla prima occasione. In tre partite su cinque schierato da titolare, Destro ha segnato entro un range massimo di undici minuti di gioco, senza dimenticare che vanta anche una media pazzesca tra minuti giocati e gol segnati. Questo però non è mai bastato a renderlo uno dei beniamini dei tifosi: Destro è stato visto spesso e volentieri come un corpo estraneo; la maglia della Roma non gli si è mai cucita addosso per davvero. Per avvicinarsi concretamente alle speranze del tifo giallorrossoil numero 22 avrebbe bisogno di fare qualcosina in più, sopratutto in campo. Destro appare agli occhi degli appassionati come un freddo finalizzatore, sofferente in campo nei momenti di difficoltà, che non partecipa attivamente alla manovra. I suoi atteggiamenti non hanno mai convinto ed infatti, a detta di molti, l’attaccante è stato tenuto fuori dal Mondiale brasiliano dall’ex CT della nazionale Cesare Prandelli, proprio per motivi caratteriali.
Varrà quindi la pena tenerlo, oppure cederlo il prima possibile? A Sabatini e Garcia l’arduo compito.

Fonti news: METRO.UK; Tribalfootball
Fonte immagine in evidenza: CorriereDelloSport

Lorenzo Russo