giordaniNAPOLI – L’Itis Giordani di Fuorigrotta, in via Caravaggio è in stato di occupazione da due giorni.
Alla base della protesta – denunciano gli studenti – vi è il pessimo stato in cui versa da tempo ormai la struttura.
La scorsa settimana il vento ha provocato nuovamente la caduta di calcinacci davanti all’ingresso, dove fortunatamente non ci sono stati feriti.
Gli studenti stanchi di questa situazione chiedono da tempo la messa in sicurezza della facciata esterna, con la provincia che per ‘colpa’ del patto di stabilità ha dovuto sospendere i 1700 mila euro che aveva precedentemente stanziato.

”I laboratori di informatica – denuncia un membro del collettivo – hanno computer antiquati, mentre quelli di meccanica attualmente dispongono di soli due macchinari a cui tralatro manca l’attestato che ne certifica l’utilizzo, andato perso durante i lavori dello scorso anno allo Striano/Giordani.
Non abbiamo i materiali essenziali nei laboratori di chimica e gli studenti di meccanica da oltre un anno e mezzo non svolgono le attività di laboratorio”.

”Nei giorni scorsi – aggiunge un altro studente – durante il tentativo di occupazione, la nostra preside ha sequestrato 30 studenti nei locali della scuola, impedendogli di uscire. Ha chiesto, inoltre, alla digos di denunciare i 30 ragazzi ”sequestrati” – conclude lo studente.

Gli studenti del Giordani domani mattina saranno presenti al corteo studentesco organizzato dagli Studenti Autorganizzati Campani e dal Collettivo Autorganizzato Universitario che si dirigerà a Confindustria per protestare contro il governo Renzi, la buona scuola e lo Sblocca Italia.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteG20 2014: sì alla ripresa economica, no alla tutela ambientale
Articolo successivoNiente bonus e tagliati gli stipendi: i dirigenti minacciano di denunciare il Comune
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II