PORTICI – ‘La buona scuola di Renzi’, lo Sblocca Italia e il Jobs Act sono i temi delle occupazioni degli istituti superiori di Portici.
Da qualche giorno infatti, il Liceo Flacco, l’istituto Nitti e l’Ipia Enriques hanno ”inaugurato” le occupazioni delle scuole della città.

”La nostra protesta non è contro la Dirigente e i docenti” – precisa una studentessa del liceo Flacco di via Scalea.
Stiamo aderendo ad una protesta cittadina e dei comuni limitrofi contro questo Governo che non investe nel mondo dell’istruzione.
Tra i temi che gli studenti affronteranno durante l’occupazione risalta il dibattito contro lo sfruttamento femminile, nell’ambito della giornata mondiale del 25 Novembre”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche gli studenti dell’istituto Nitti che da qualche giorno si sono dichiarati in occupazione per contestare le politiche del Governo: ”Il 10 e il 24 Ottobre siamo scesi in piazza a Napoli, mentre lo scorso 17 Novembre abbiamo organizzato una manifestazione cittadina a Portici. Non avevamo intenzione di occupare la scuola, poi però abbiamo riscontrato una necessità da parte degli studenti nel costruire momenti di discussione all’interno della scuola.
Questa è un occupazione assolutamente pacifica e ci assumiamo tutte le nostre responsabilità.
Non sono nè tutelato come studente, ne come lavoratore.
Quando l’ingiustizia diventa una legge, la resistenza diventa un dovere” – concludono gli occupanti.

Secondo quanto dichiarato dagli studenti domani dovrebbero entrare in mobilitazione anche il liceo Scientifico Filippo Silvestri e l’Itc Carlo Levi.

Pasquale De Laurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteRitorna il progetto Moderat, la somma vincente del genere electro
Articolo successivoVomero, gli studenti occupano il liceo Mazzini

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II