NAPOLI – Anche il liceo Mazzini di via Solimena da venerdì scorso è in occupazione.

Gli studenti protestano contro il piano scuola di Renzi, lo Sblocca Italia e il Jobs Act, ma non solo.
”A causa dell’elevato numero di iscritti – dichiara uno degli studenti occupanti – siamo soggetti a rotazioni.
Alcuni giorni siamo costretti a cambiare aula ogni ora. Abbiamo classi che fanno addirittura lezione talvolta in presidenza”.

Gli studenti denunciano poi anche scarse condizioni igieniche in cui versa il plesso scolastico.
”La nostra occupazione non è contro la Dirigenza o i docenti – aggiunge un altro studente. Vogliamo sensibilizzare tutti gli studenti ed è per questo che presto organizzeremo un’assemblea con il Sac e i rappresentanti delle altre scuole.
Stiamo predisponendo tutte le attività e i corsi che svolgeremo durante l’occupazione.
Nei prossimi giorni pensiamo di organizzare un dibattito contro l’omofobia e sull’antiproibizionismo”.

Solo qualche mese fa il Premier Renzi annunciava forti investimenti nelle scuole della Regione Campania, per cercare di risolvere finalmente le diverse carenze strutturali che da anni distruggono gli istituti. Al momento degli investimenti ‘promessi’ non vi è traccia. Come se non bastasse si registrano forti tagli agli enti locali più volte denunciati ai microfoni di Libero Pensiero News dall’Assessore alla Provincia di Napoli, Maurizio Moschetti che impongono l’amministrazione provinciale a congelare anche gli interventi di manutenzione necessari per evitare di sforare il Patto di Stabilità.
Quando investire nell’istruzione diventa un ‘peso’…

Il Mazzini è quindi solo l’ennesimo caso di un istituto soggetto a turni di rotazione.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedentePortici, scuole in occupazione
Articolo successivoIl “brainch” della domenica: Il pazzo che temeva la sua ombra

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II