NAPOLI – Continuano le mobilitazioni degli studenti e delle studentesse delle scuole di Napoli e Provincia contro il Governo Renzi.
Questa mattina è toccato agli studenti dell’istituto Livatino di via Atripaldi che hanno svolto un’assemblea straordinaria all’esterno della scuola . ”Questa mattina ci siamo presi uno spazio di discussione per analizzare il Jobs Act, lo Sblocca Italia e la ‘buona scuola di Renzi’ – dichiara una studentessa del Livatino.
Come studenti avvertiamo un forte attacco già con le prove Invalsi, le quali vanno a creare scuole di seria A e scuole di serie B. Come se non bastasse – conclude la studentessa –  la ‘buona scuola di Renzi’ andrà ad aggiungere al monte ore altre 200 ore chiaramente non retribuite.

Sale la tensione anche all’istituto Don Milani: ”Questa mattina ci siamo dichiarati in assemblea permanente – spiega uno degli studenti – e stiamo organizzando la mobilitazione per la giornata di domani”.

Intanto in città proseguono le mobilitazioni e dopo lo Sciopero Sociale del 14 e il corteo della Fiom del 21, gli studenti torneranno nuovamente ad invadere le strade il prossimo 1 Dicembre per un corteo VEDI EVENTO https://www.facebook.com/events/1510129515921901/?ref=22 organizzato dal coordinamento studentesco KAOS per richiedere finanziamenti all’edilizia scolastica.

Viviamo gran parte delle nostre vite nelle scuole, ma queste nella gran parte dei casi non sono luoghi accoglienti, ma edifici pericolanti in cui periodicamente si rischia la tragedia a causa di crolli di controsoffittature, di cornicioni, aule che contengono il doppio degli studenti per cui sono a norma.
E quando i problemi che registriamo non sono di natura “emergenziale”, inficiano enormemente lo svolgimento della didattica a causa di aule e palestre inagibili, laboratori obsoleti ed inutilizzati, corridoi pericolanti che non permettono lo svolgersi dell’intervallo.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa morte della giovane Francesca. Una tragedia all’Unisa che ha scosso l’emotività di tutti.
Articolo successivoBonaccini e Oliverio: il Pd conquista l’Emilia e la Calabria
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II