SEL, SCOTTO: “IL 91% DELLE SCUOLE CAMPANE SI TROVA IN AREE A RISCHIO SISMICO, INTERVENIRE SUBITO!”

Quanto emerge in merito alle scuole campane dall’edizione 2014 di “Ecosistema Scuola”, il rapporto annuale di Legambiente sulla qualità dell’edilizia ed i servizi scolastici, è a dir poco drammatico. I risultati delle indagini fatte su un campione di 500 scuole sparse tra le diverse province della Campania, infatti, mostrano dati impietosi: l’83,2% delle scuole analizzate si trova in zone a rischio idrogeologico, il 91% delle scuole è situata in aree a rischio sismico e l’81% degli istituti vive il rischio vulcanico.

Lo afferma il capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà alla Camera dei Deputati, Arturo Scotto.

Meno della metà delle scuole campane prese in considerazione è stato costruito prima dell’entrata in vigore della normativa antisismica del 1974, ed addirittura solo l’11% degli edifici risulta costruito secondo criteri antisismici: cifre assurde, in una Regione che proprio in questi giorni ricorda il terremoto del 1980; ed il Governo che tanto sbandiera la volontà di cambiare verso, ancora una volta tace. Per questi motivi è stata presentata un’interrogazione al MIUR per chiedere un intervento immediato e concreto al fine di rendere finalmente sicure le nostre scuole.