Ormai siamo in dirittura d’arrivo, mancano solo 90′ al termine dei gironi di Champions League ma, soprattutto in alcuni, i verdetti sono ancora tutti da verificare.

CSKA Mosca – Roma 1-1Delude ancora in campo internazionale la Roma di Garcia, che, chiamata a fare punti sul difficile campo sintetico di Mosca, viene beffata in un finale dal sapore quanto mai amaro. I padroni di casa si arroccano in difesa e la manovra lenta e compassata dei giallorossi non permette di trovare varchi. Un siluro di Totti su calcio piazzato, al 45′, sblocca il punteggio, ma al rientro dagli spogliatoi la Roma sembra ancor più impacciata e stanca, così il CSKA acquista fiducia e si presenta in area avversaria con una certa frequenza. Nel finale è assalto vero e proprio, con un gol frutto del caso: il traversone di Berezutski non subisce deviazioni e si insacca, punendo una squadra spenta e senza mordente.

Malmoe – Juventus 0-2: Con un gol in apertura di ripresa ed uno in chiusura, la Juventus si sbarazza del Malmoe, mettendo un piede agli ottavi di finale. Il terreno insidioso dello Swedbank Stadion non permette di manovrare con fluidità ogni azione, ma con il passare del tempo la maggior padronanza del palleggio da parte degli uomini di Allegri dà i suoi frutti. Pochi minuti dopo il rientro dagli spogliatoi è Llorente il più lesto di tutti ad involarsi verso la porta di Olsen, saltandolo, e depositando la sfera in fondo al sacco. Non sono poche le occasioni ghiotte non sfruttate dalla Vecchia Signora, ma nel finale Tevez dà il colpo del ko agli svedesi sfruttando l’assist di Pogba.

Manchester City – Bayern Monaco 3-2: Una partita tanto esaltante quanto scriteriata. Benatia affossa Aguero in area, provocando quindi il tiro dal dischetto e lasciando i compagni in inferiorità numerica. I Citizens, però, non ne approfittano, permettono agli avversari di sistemarsi, concedono terreno e, infine, anche il pari (punizione di Xabi Alonso). Non finisce qui. Cinque minuti dopo, poco prima del duplice fischio c’è tempo per una deviazione aerea di Lewandowski su cross di Boateng per il vantaggio bavarese. Nella ripresa il City ci mette 20′ a capire che dovrebbe attaccare perché non c’è più niente da perdere, ma saranno solo due palle perse di Xabi e Boateng in pochi minuti a regalare altri due gol ad Aguero: tripletta e pallone portato a casa.

                                                   Tutte le altre partite del 5° turno: 

Messi travolge l’APOEL Nicosia una tripletta, raggiunge quota 74 reti e batte un altro record. Va in gol anche un ritrovato Suarez nel 0-4 in terra cipriota. Il primato nel gruppo, però, è del PSG che, con Ibrahimovic e Cavani (due gol), batte dell’Ajax (3-1).

Vittoria convincente anche per l’Atletico Madrid. I Colchoneros, dopo il largo successo (4-0) sull’Olympiacos, consolidano il primato. Solo una sconfitta con due o più gol di scarto allo Juventus Stadium li qualificherebbe come secondi.

L’Arsenal bussa due volte e batte il Borussia Dortmund: Sanogo sblocca dopo un paio di minuti; Sanchez raddoppia al 12° della ripresa. Stesso risultato nell’altra gara del girone. L’Anderlecht batte il Galatasaray e conquista l’accesso all’Europa League.

Ancora in gol CR7: il Real Madrid si sbarazza del Basilea con il minimo sforzo e regala speranze di qualificazione al Liverpool. I Reds, infatti, si sono fatti raggiungere a 2′ dalla fine dal Ludogorets dopo gli sforzi fatti per ribaltare lo svantaggio iniziale.

3-1 anche tra Sporting e Maribor. Portoghesi ora secondi, dopo il tonfo casalingo dello Schalke 04 contro il Chelsea (0-5).

Non centra la qualificazione il Bayer Leverkusen: bastava un punto alle Aspirine, ma sono uscite sconfitte dalla sfida della BayArena contro il Monaco (Ocampos). Restano accese le speranze dello Zenit vincente in casa contro il Benfica. Portoghesi fuori dall’Europa.

Consolida il primato il Porto con lo 0-3 al Bate Borisov. Lo Shaktar si qualifica nonostante la sconfitta interna contro i baschi dell’Athletic.

               Le classifiche dei gironi di Champions League

  • Gruppo A: Atletico Madrid 12 ; Juventus 9 ; Olympiacos 6 ; Malmoe 3
  • Gruppo B: Real Madrid 15 ; Basilea 6 ; Liverpool 4 ; Ludogorets 4
  • Gruppo C: B.Leverkusen 9; Monaco 8 ; Zenit 7; Benfica 4
  • Gruppo D: Borussia D. 12 ; Arsenal 10; Anderlecht 5; Galatasaray 1
  • Gruppo E: Bayern Monaco 12; Roma 5; CSKA Mosca 5; Man City 5;
  • Gruppo F: Paris Saint Germain 13; Barcellona 12; Ajax 2; Apoel N. 1
  • Gruppo G: Chelsea 11; Sporting CP 7 ; Schalke04 5 ; Maribor 3
  • Gruppo H: Porto 13; Shakhtar 8; Atlhetic Club 4 ; Bate Borisov 3

Alessandro Cappelli