NAPOLI –  #NOBUONASCUOLA #NOJOBSACT #NOSBLOCCAITALIA, questo  è lo striscione che compeggia all’esterno dell’istituto.
‘L’occupazione per noi è riappropriazione dei nostri spazi”. Con queste parole gli studenti e le studentesse dell’istituto Margherita di Savoia di Salita Pontecorvo proseguono l’occupazione iniziata martedì scorso.

”Sentiamo il dovere – proseguono gli studenti – di costruire uno spazio di socialità. Oggi, vi è troppa dispersione scolastica e l’occupazione può essere il tramite per coinvolgere tutti, indipendentemente dalla nazionalità o dal quartiere di provenienza”.

Poi l’attacco ai docenti:”I nostri professori anzichè indignarsi, dovrebbe essere contenti. Oggi occupiamo per il cambiamento ” – concludono gli studenti.

Nel pomeriggio di ieri occupata anche la sede centrale dell’istituto Isabella D’Este-Caracciolo di via Giacomo Savarese.
”Occupiamo contro la riforma della ‘buona scuola di Renzi’ – dice una studentessa.
Gli studenti denunciano poi anche la mancanza di materiali nei settori di moda, alberghiero e grafico.
”La nostra scuola è sporca” – aggiunge un’altra studentessa.
Critiche da parte degli studenti anche al regolamento d’istituto: ”Non abbiamo distributori di acqua e ci è vietato dalla Preside di introdurre cibo proveniente dall’esterno. Non vi è tolleranza con l’orario d’ingresso, infatti disponiamo di un solo ritardo al mese”.

Nella mattinata di ieri si registrano tensioni tra studenti e forze dell’ordine all’istituto Livatino di S. Giovanni a Teduccio.
Secondo il racconto degli studenti presenti sul posto, gli agenti avrebbero tentato di entrare sfondando il portone. A quel punto due ragazzi lo avrebbero aperto, per permettere loro di passare. I poliziotti avrebbero quindi reagito spintonando e trascinando in auto i due ragazzi.

Intanto, dopo l’istituto Galiani, anche al Liceo Mazzini si registrano furti. Sono spariti infatti 14 computer che secondo il racconto degli studenti occupanti sarebbero stati sottratti da gente esterna alla scuola durante le ore notturne.
Oggi, alle 13, nella sede del Consiglio regionale della Campania, Angela Cortese, segretario della commissione regionale Scuola, terrà una conferenza stampa con tutti i dirigenti delle scuole di napoli occupate per fare il punto della situazione.

Pasquale De Laurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteSant’Antimo, domani il consiglio sulla TARI
Articolo successivoDissidenti PD: lo scontro Cuperlo-Orfini
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II