Martedì 24 Novembre, durante il Tg La7 di Enrico Mentana, sono stati diffusi i dati aggiornati sulle intenzioni di voto degli italiani verso i maggiori partiti e sulla preferenze dei cittadini per i vari leader politici, in base al sondaggio EMG.

Libero Pensiero, come già settimana precedente, ha analizzato i risultati del sondaggio Emg, confrontando i flussi elettorali.

In particolare, riguardo le intenzioni di voto, il Partito Democratico si conferma il primo partito con un consenso intorno al 37,9%, doppiando in termini percentuali tutti gli altri partiti. Tuttavia, rispetto alla settimana precedente, ha un calo del 1,9%. Il secondo partito, secondo il sondaggio, sarebbe il MoVimento 5 Stelle che resiste al 19,6%, in flessione dello 0,8%. Sul dato, però, bisogna essere piuttosto cauti; infatti se si mette in relazione il dato reale delle regionali di domenica scorsa con quello del sondaggio, ci si rende conto che la flessione reale potrebbe essere più grande di quella registrata nel campione. Stesso ragionamento va, in parte, fatto anche per Forza Italia che risulta in rialzo dello 0,5% rispetto al 14,4% di sette giorni prima. Il partito di Berlusconi è letteralmente spaccato in due, con il gruppo di Fitto che invoca a gran voce un azzeramento di tutte le cariche dirigenziali e le primarie interne. Si conferma in costante crescita, invece, la Lega Nord del segretario Salvini che vede aumentare i propri consensi di un altro 0,6%. Attualmente al 11,4%, il partito di Salvini ha praticamente raddoppiato i consensi rispetto alle elezioni politiche del 2012, dove si fermò intorno al 6%. I dati indicano un’affluenza alle urne di circa il 61,9%, dunque con un 38,1% degli italiani che si asterrebbero se si andasse al voto.

Sondaggio EMG Ecco tutte le percentuali di gradimento:

  1. PD– Partito Democratico 37,9%  (-1,9%)
  2. M5S– Movimento 5 Stelle 19,6% (-0,8%)
  3. FI– Forza Italia 14,9% (+0.5%)
  4. LEGA– Lega Nord 11,4% (+0,6%)
  5. SEL– Sinistra e Libertà 3,8% (+0,4%)
  6. FDI-AN– Fratelli d’Italia-An 3,6% (+0,4%)
  7. NCD+UDC– Nuovo Centrodestra + Unione di Centro 3,0% (-0,2%)
  8. Altri Centrosinistra 1,4% (=)
  9. Altri partiti 4,4% (+1,0%)

Circa le preferenze e la fiducia degli italiani nei vari leader politici, i dati del sondaggio EMG mostrano un calo della fiducia nei confronti dell’attuale Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Infatti, la fiducia nel Premier ha avuto una flessione del 2%, attestandosi intorno al 35%. Così come i dati sulle intenzioni di voto, continua a salire la fiducia degli elettori nei confronti di Salvini. Il 21% degli elettori ripone la fiducia nel leader del carroccio. Restano stabili Berlusconi, al 16%; la ‘sorpresa’ Meloni, al 15%; e, infine Grillo, al 14%.

Sondaggio EMG, percentuali di fiducia nei leader:

  • MATTEO RENZI: 35%
  • MATTEO SALVINI: 21%
  • SILVIO BERLUSCONI: 16%
  • GIORGIA MELONI: 15%
  • BEPPE GRILLO: 14%
  • ANGELINO ALFANO: 12%
  • NICHI VENDOLA: 9%

In conclusione, alla luce dei dati del sondaggio EMG sulle intenzioni di voto degli ultimi mesi, si può affermare che la Lega, soprattutto dopo domenica scorsa, si candida a raccogliere l’eredità del centrodestra berlusconiano. Il Pd e Renzi si confermano una sorta di ‘balena bianca’ del 2000; anche se il costante, seppur lieve, calo dal famoso 41% delle europee potrebbero essere interpretati come segnali di malcontento. Infine, il MoVimento continua a pagare dazio ad una linea politica isolazionista e di rifiuto del dialogo che potrebbe essere, alla luce delle recenti verifiche elettorali, quantomeno rivista.

Fonte: Sondaggio EMG Acqua “Scenario Elettorale” del 23 novembre 2014

Valentino Arena