SEL, SCOTTO: “TORRE DEL GRECO DA SEMPRE RIFIUTA IL RAZZISMO, NO AL PRESIDIO DI CASAPOUND CONTRO IL CENTRO D’ACCOGLIENZA!”

L’apertura di un centro d’accoglienza per rifugiati politici a Torre del Greco non può che essere considerato come un atto di civiltà imprescindibile per una realtà come quella torrese, da sempre inclusiva e capace di relazionarsi alle diverse culture garantendo una piena integrazione. È intollerabile che un’organizzazione politica dichiaratamente fascista ed autrice di decine di atti di violenza negli ultimi anni come “CasaPound Italia” convochi un presidio contro tale centro, e più in generale, contro ogni forma di immigrazione, istigando all’odio razziale e provocando un inasprimento delle tensioni sociali.

Lo afferma il capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà alla Camera dei Deputati, Arturo Scotto.

Non si può accettare che chi quotidianamente aggredisce, verbalmente e fisicamente, omosessuali e stranieri cerchi di incolpare dei tanti problemi che affrontiamo ogni giorno chi cerca solo di costruirsi un futuro e chi, come i responsabili della cooperativa “Santa Croce”, nel pieno rispetto delle norme, dei principi della Costituzione repubblicana e dei requisiti richiesti dalla Prefettura competente garantisce accoglienza ai richiedenti asilo. Per questi motivi stiamo presentando un’interrogazione al Ministero dell’Interno per chiedere come sia possibile che una manifestazione del genere abbia ricevuto autorizzazione dagli organi competenti.