GUINGAMP-FIORENTINA 1-2: Bastano venti minuti ai viola per blindare il primo posto nel gruppo K di Europa League. Missione compiuta per Vincenzo Montella, la Fiorentina sbanca Guingamp e si garantisce la leadership aritmetica nel girone con un turno di anticipo. Con la qualificazione già in tasca, il tecnico di Pomigliano si affida a un po’ di turnover: Kurtic esterno destro nel 3-5-2, in avanti Marin-Babacar. Ed è proprio il tedesco al 6′ ad infilare il portiere avversario dopo un’azione insistita in area. Meno di dieci minuti e la Fiorentina raddoppia: un grande Badelj, finalmente padrone del campo, sventaglia per Vargas che la mette in mezzo per l’accorrente Babacar. Sembra filare tutto liscio per l’undici viola fino all’ errore dell’arbitro Eskov: il contatto in area tra Marveaux e Basanta è minimo, ma il direttore di gara espelle l’argentino ed indica il dischetto del rigore. Trasformazione perfetta di Beauvue in chiusura di primo tempo: 1-2. Gli uomini di Montella sono costretti a soffrire per i restanti 45 minuti, ma l’assalto francese è prontamente respinto dalla formazione gigliata a cui sarebbe bastato anche un pari per blindare il primato ma la vittoria ha tutto un altro sapore.

INTER-DNIPRO 2-1: Prima vittoria per Roberto Mancini sulla panchina dell’Inter. I neroazzurri blindano il primato nel girone di Europa League e si assicurano l’accesso ai sedicesimi con un turno di anticipo. Poco turnover per il tecnico ex City che lascia riposare rispetto al derby solo Kovacic e Palacio. Partono male gli uomini di Mancini che al 15′ sono già costretti a rincorrere: sinistro non irresistibile di Konoplyanka , respinta di Handanovic che serve così un assist involontario per Rotan che porta in vantaggio i suoi. Handanovic si riscatta subito dopo parando il rigore di Konoplyanka: è la svolta. Sugli sviluppi di un calcio di punizione Kuzmanovic pareggia, poi ingenuamente Ranocchia si fa espellere ma al 50′ Osvaldo raddoppia in contropiede. In 10 contro 11, è Handanovic a salire in cattedra: il portiere nerazzurro e’ strepitoso su Kalinic e su Konoplyanka, che nel finale, sfiora il 2-2. La classifica del girone F: Inter 11, Saint-Etienne e Qarabaq 5 e Dnipro 4.

TORINO-BRUGES 0-0: Non arriva la matematica qualificazione alla seconda fase di Europa League per il Torino bloccato in casa dal Bruges. La classifica del girone B ora vede il Bruges a 9 punti, il Torino a 8, l’ Helsinki a 6 e il Copenaghen ormai fuori con 4. Ai granata basterà quindi un pari in Danimarca per qualificarsi o una sconfitta se il Bruges batterà o pareggerà contro l’HJK. La partita è equilibrata per tutto il primo tempo e a ogni attacco granata corrisponde quasi sempre una controffensiva belga. Benassi ci prova, Amauri sbaglia di testa, ma è al 21’ Castillo ad impegnare Padelli che salva in angolo. Il Toro risponde al 26’ con un destro in diagonale di Martinez verso secondo palo, ma Ryan è bravissimo a deviare in corner. Il portiere belga è autore di altre due grandi parate nella ripresa che inchiodano il risultato sullo 0-0.

Risultati Europa League

Asteras T. Besiktas  2 : 2
Astra Din. Zagabria 1 : 0
Celtic Salzburg 1 : 3
HJK FC Copenhagen 2 : 1
Inter  Dnipro 2 : 1
St. Etienne Qarabag 1 : 1
Torino Club Brugge 0 : 0
Tottenham Partizan 1 : 0
Villarreal Moenchengladbach 2 : 2
Zurigo Apollon 3 : 1
Aalborg Steaua Bucarest 1 : 0
Din. Kiev Rio Ave 2 : 0
Din. Minsk PAOK 0 : 2
Feyenoord Siviglia 2 : 0
Guingamp Fiorentina  1 : 2
Lokeren Legia 1 : 0
Rijeka St. Liege  2 : 0
Slovan Bratislava Young Boys 1 : 3
Sparta Praga Napoli 0 : 0
Trabzonspor  Metalist Kharkiv 3 : 1
Wolfsburg Everton 0 : 2
Krasnodar Lilla 1 : 1
Din. Mosca Panathinaikos 2 : 1

Lorenzo Russo