Giovanni Romano entra nella giunta Peluso.

Cimitero, arredo urbano, politiche della Casa e spettacolo le sue deleghe. La nomina ieri mattina nella sala giunta del palazzo Municipale.

Giovanni Romano entra in giunta. Ieri mattina la nomina nella sala consiliare del Palazzo Municipale alla presenza del sindaco Antonio Peluso, che gli ha conferito le deleghe su cimitero, arredo urbano, politiche della casa e spettacolo.

«Sono onorato di entrare a far parte della squadra di governo guidata dal sindaco Peluso. Penso che in questi anni, la città di Casalnuovo abbia conosciuto Giovanni Romano, sa chi è, parlano i fatti –chiosa il neo assessore Romano. Ho accettato l’incarico perché ritengo doveroso dare il mio contributo al servizio della comunità».

Ieri il gruppo consiliare Udc-Lista Giovanni Romano-Repubblicani ha presentato e sottoscritto un documento con cui ripercorre questi anni di consiliatura, passati perlopiù all’opposizione ma come si legge nel documento «non vi è mai stata una preconcetta opposizione ed infatti quando abbiamo ritenuto che talune scelte erano oggettivamente positive per la nostra Casalnuovo non abbiamo esitato – tutto il gruppo o la parte prevalente di esso – ad attribuire il nostro costruttivo appoggio. In particolare abbiamo sostenuto con coraggio e convinzione tutte quelle iniziative approvate in materia di servizi sociali, scuola, anagrafe, politiche ambientali e soprattutto di riqualificazione urbana dell’intero territorio» scrive il gruppo consiliare composto da Udc-Lista Giovanni Romano-Repubblicani.

Il raggruppamento che nel 2009 candidò a sindaco Giovanni Romano (Lista UDC, Lista Giovanni Romano, Repubblicani) e riportò tre consiglieri nel civico consesso, coerentemente all’esito del giudizio elettorale, si collocò nei banchi dell’opposizione.

Oggi, con l’ingresso in giunta di Giovanni Romano cresce anche la maggioranza consiliare «consapevoli che il buon esito dei risultati conseguiti, ma soprattutto su quelli da conseguire, costituirà la base concreta su cui costruire una ancora più ambiziosa condivisa piattaforma programmatica per la prossima consiliatura cui vogliamo, da protagonisti, essere artefici» sottolinea il gruppo consiliare.