Nessun pareggio e nessuna sorpresa nella 13ª giornata della Liga BBVA, che registra le vittorie del terzetto formato da Real, Barça e Atletico Madrid, mantenendo immutati i punti di distanza che le separano in classifica. Cambio al quarto posto, con il Siviglia che, grazie alla sonora vittoria casalinga contro il Granada per 5-1, scavalca il Valencia, sconfitto in casa dai Blaugrana all’ultimo minuto, in una giornata nera per il calcio spagnolo, sconvolto dall’omicidio di un tifoso del Deportivo La Coruña prima della sfida del Calderón contro l’Atletico Madrid.

Malaga- Real Madrid 1-2: 16ª vittoria consecutiva per il Real Madrid di Carlo Ancelotti, che espugna La Rosaleda di Malaga esaurito in ogni ordine di posto e mantiene salda la vetta della Liga. Sfida vivace, quella tra gli uomini di Javi Gracia e i Blancos di Madrid. Nei primi minuti Bale e Ronaldo testano in tutti i modi i riflessi del portiere di casa, Kameni, in ottima forma. Così al 18’ minuto Cristiano Ronaldo si reinventa assist-man , involandosi sulla sinistra e servendo a centro area un pallone che Benzema, con un tap-in, manda in rete per il vantaggio Real. Seguono diversi tentativi, tutti vanificati dall’ottimo Kameni, mentre il suo collega Casillas resta praticamente inattivo fino al 42’, quando una punizione di Duda si stampa sulla traversa. Nella ripresa, il Real spreca i diversi spazi (alcuni dei quali clamorosi) concessi da un Malaga sbilanciato alla ricerca del pareggio, tra cui una rovesciata spettacolare di Cristiano Ronaldo, e un doppio intervento sventato da Kameni prima su Isco e poi su Marcelo su dormita della difesa di casa. Il raddoppio arriva al minuto 82, quando Ronaldo apre una corsia all’accorrente Bale che, velocissimo, entra in area e gonfia la rete per lo 0-2. Il cuore degli andalusi si rivela tutto nel finale, con un palo colpito da Juanpi prima che Roque Santa Cruz segni il gol dell’1-2. Troppo tardi però.

Atlético Madrid – Deportivo La Coruña 2-0: un gol per tempo per assicurarsi la vittoria, è la risposta dei colchoneros ai cugini in bianco, con gli uomini di Simeone che battono 2-0 il Deportivo La Coruña e si riportano a -4 dalla vetta, nel surreale clima del Vicente Calderón sconvolto dalla notizia della morte di un tifoso galiziano dopo i gravissimi scontri tra tifosi della mattinata nei pressi dello stadio. Alcuni gruppi di Atleti e Depor si erano dati appuntamento su whatsapp intorno alle 9 di mattina, per ritrovarsi e fronteggiarsi nei pressi dello stadio e sfuggire al controllo della polizia. La vittima, un uomo di 43 anni che è stato pestato nel corso degli scontri, e poi buttato nelle acque del fiume Manzanarre. Tutti i tentativi di rianimarlo sono stati vani, e alle 14:00 l’ospedale ne ha comunicato il decesso. Il referto parla di un: “Arresto cardio-respiratorio come conseguenza dei colpi ricevuti, e sarebbe finito in ipotermia per la permanenza nelle acque fredde del fiume”. La polizia ha fermato 11 persone. Sul campo, al 43’ minuto una punizione di Koke dalla sinistra trova la testa di Mandzukic, che a sua volta fa da torre per la testa del giovane canterano Saul: 1-0. Al 10’ della ripresa arriva il raddoppio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Arda Turan tira dal limite, e complice una deviazione dell’ex laziale Diakité che inganna il suo portiere, porta il risultato sul 2-0. Nel finale Simeone concede uno scampolo di partita ad Alessio Cerci al posto di Griezmann, con il sostegno dello stadio contento della prestazione dell’ex granata. Sugli spalti, infine, una nota di colore: i fans del Depor, che a lungo hanno gridato: “Asesinos!” ai tifosi dell’Atlético, hanno raccolto il regalo di un tifoso di casa che aveva lanciato loro la propria sciarpa per stemperare gli animi, tirandone a loro volta una delle loro, nell’applauso di tutto lo stadio.

Valencia- Barcelona 0-1: vittoria all’ultimo respiro per i Blaugrana, che espugnano il Mestalla dopo una partita soffertissima, restando in scia del Real e tenendo l’Atlético dietro al terzo posto. Primi minuti di dominio assoluto dei tenaci padroni di casa, i quali macinano gioco e occasioni mettendo in crisi la difesa catalana che già alla mezz’ora registra tre cartellini gialli, e con Gomes che si ritrova tra i piedi due palloni pericolosissimi che non riesce a mettere in rete. Stesso copione nella ripresa, che vede i bianconeri attaccare a testa bassa e al 56’ rischiare di passare in vantaggio, con un diagonale di Rodrigo stoppato sulla linea da Piqué. Risponde Neymar al 66’ con un tiro da fuori, e qualche minuto dopo arriverebbe anche il vantaggio di Suarez, se non fosse che l’arbitro fischi un esistente fuorigioco e annulli il gol all’uruguaiano, ancora a secco nella Liga. Il cuore Valencia, nonostante la sfuriata del Barcellona, macina ancora occasioni su occasioni, vanificate dalla difesa catalana e da un po’ di imprecisione delle punte bianconere. Ma all’ultimo minuto, sugli sviluppi di un corner, arriva però l’insperato vantaggio del Barça, con un tiro rabbioso di Busquets che riesce a divincolarsi dalla mischia in area e battere Alves, lasciando ammutolito lo stracolmo Mestalla e punendo troppo severamente un coraggioso Valencia. A fine gara una bottiglietta colpisce Messi che resta a terra un po’ tramortito mentre era intento a festeggiare, e alla fine, ironia della sorte, si becca anche un cartellino giallo.

Tutte le altre partite della Liga BBVA

Real Sociedad – Elche 3-0 (Vela 3)
Getafe – Athletic Bilbao 1-2 (Lafita; San José, Benat)
Espanyol – Levante 2-1 (Caicedo, Garcia; Morales)
Celta Vigo – Eibar 0-1 (Del Moral)
Siviglia – Granada 5-1 (Bacca 2, Banega, M’Bia, Gameiro; El Arabi)
Cordoba – Villareal 0-2 (Vietto, Uche)
Almeria – Rayo Vallecano 0-1 (Kakuta)

Classifica aggiornata della Liga BBVA

1. Real Madrid 33 pti.
2. Barcelona 31 pti.
3. Atletico Madrid 29 pti.
4. Siviglia 26 pti.
5. Valencia 24 pti.
6. Villareal 21 pti.
7. Malaga 21 pti.
8. Celta Vigo 20 pti.
9. Atheltic Bilbao 18 pti.
10. Rayo Vallecano 17 pti.
11. Eibar 16 pti.
12. Espanyol 14 pti.
13. Getafe 14 pti.
14. Real Sociedad 13 pti.
15. Levante 12 pti.
16. Granada 11 pti.
17. Almeria 10 pti.
18. Deportivo La Coruña 10 pti.
19. Elche 10 pti.
20. Cordoba 6 pti.

Il prossimo turno

6 Dicembre ore 16 Elche – Atletico Madrid
6 Dicembre ore 18 Athletic Bilbao – Cordoba
6 Dicembre ore 20 Real Madrid – Celta Vigo
6 Dicembre ore 22 Deportivo La Coruña – Malaga
7 Dicembre ore 12 Rayo Vallecano – Siviglia
7 Dicembre ore 17 Barcellona – Espanyol
7 Dicembre ore 19 Villareal – Real Sociedad
7 Dicembre ore 21 Granada – Valencia
8 Dicembre ore 17 Eibar – Almeria
8 Dicembre ore 19 Levante- Getafe

Fonte virgolettati: sport.sky.it

Michele Mannarella