NAPOLI – ”Solo se succedono le tragedie, le cose si smuovono”.
Questa mattina oltre 500 studenti appartenenti al coordinamento studentesco KAOS si sono diretti sotto la sede della Provincia di Napoli di piazza Matteotti attraversando via Mezzocannone e corso Umberto.
Nel mirino dei manifestanti la ‘buona scuola di Renzi’, il Jobs Act, lo Sblocca Italia e il diritto alla sicurezza nei luoghi della formazione.
”Oggi, il Governo preferisce dirottare fondi per altro e non per l’istruzione. Non vogliono che il futuro dell’italia abbia una prospettiva di forza, così spendono i soldi per le guerre” -dichiara Pia del Liceo Umberto

Sotto la sede della provincia gli studenti hanno tenuto un sit-in, mentre una delegazione di rappresentanti di diversi istituti è salita a colloquio con il segretario dell’Assessore Moschetti.

”La palestra e il corridoio della scuola sono stati dichiarate inagibili a causa di alcune infiltrazioni d’acqua. I fondi sono stati stanziati da tempo, salvo poi essere bloccati” – commentano i rappresentanti dell’istituto Cavalcanti.
”Alcuni nostri docenti periti hanno rilevato all’interno del nostro istituto presenza di amianto da un tubo rotto”– aggiunge un rappresentante dell’istituto Porzio-Della Porta.
”All’ingresso del nostro plesso scolastico c’è il crollo di alcuni calcinacci dalla tettoia” – ribatte uno studente del De Nicola
‘Ad ogni pioggia la nostra scuola si allaga ed abbiamo la pavimentazione della palestra rialzata con le controsoffittature della stessa e di alcune aule rotte” – dice Ciro del Liceo GB.Vico.
All’istituto Veneto gli studenti lamentano la mancanza di aule a fronte di 38 classi con 24 aule.
Enrico Cella, segretario dell’Assessore all’Edilizia Scolastica, Maurizio Moschetti ha rassicurato gli studenti circa l’impegno dell’Assessore.
”Vogliamo una perizia in tutte le scuole di Napoli” – tuonano in coro  gli studenti.

Pasquale De Laurentis

Foto: Chiara Cianniello

1 2 4 6 7 8 9 10 11 12

CONDIVIDI
Articolo precedenteNapoli pari in extremis con la Samp
Articolo successivoLiga BBVA: Real, Barça e Atletico vittoriose nella giornata della follia
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II