Fondi Ue, Marciano (PD): Sì a confronto con Governo, ma gravi responsabilità Caldoro su risorse 2007/2013

Napoli, 3 Dicembre – “Non ci sottraiamo a nessun confronto con il Governo Nazionale, quando ci sono di mezzo la vita e gli interessi del Mezzogiorno e della Campania in particolare. Ma la battaglia sul taglio al cofinanziamento nazionale ai fondi per la prossima programmazione non cancella le responsabilità e i ritardi mostruosi di Caldoro e della sua Giunta sulla programmazione 2007/2013, che pesano sulle famiglie e sulle imprese della nostra regione”.

Così il vicecapogruppo regionale del PD, Antonio Marciano, replica al governatore Stefano Caldoro

“Ricordiamo a Caldoro lo stato della spesa certificata, i grandi progetti fermi, i cantieri che non partono e le risorse che la Campania perderà perché non spese al 31 dicembre 2015: ci sono infatti ancora circa 3 miliardi di euro di fondi Fesr e oltre 250 milioni di fondi Fse, che rappresentano uno spreco davvero intollerabile in questa crisi, risorse che avremmo potuto immettere immediatamente nel tessuto produttivo”, conclude Marciano.