Fondi Ue, Marciano (PD): Sì a confronto con Governo, ma gravi responsabilità Caldoro su risorse 2007/2013

Napoli, 3 Dicembre – “Non ci sottraiamo a nessun confronto con il Governo Nazionale, quando ci sono di mezzo la vita e gli interessi del Mezzogiorno e della Campania in particolare. Ma la battaglia sul taglio al cofinanziamento nazionale ai fondi per la prossima programmazione non cancella le responsabilità e i ritardi mostruosi di Caldoro e della sua Giunta sulla programmazione 2007/2013, che pesano sulle famiglie e sulle imprese della nostra regione”.

Così il vicecapogruppo regionale del PD, Antonio Marciano, replica al governatore Stefano Caldoro

“Ricordiamo a Caldoro lo stato della spesa certificata, i grandi progetti fermi, i cantieri che non partono e le risorse che la Campania perderà perché non spese al 31 dicembre 2015: ci sono infatti ancora circa 3 miliardi di euro di fondi Fesr e oltre 250 milioni di fondi Fse, che rappresentano uno spreco davvero intollerabile in questa crisi, risorse che avremmo potuto immettere immediatamente nel tessuto produttivo”, conclude Marciano.

CONDIVIDI

La redazione di Libero Pensiero News è composta da una settantina di collaboratori giovani, talentuosi, belli e intelligenti. Come si fa a non amarli?