Domani dalle ore 10.oo l’associazione L’altra Casandrino Movimento Comune sarà in piazza per raccogliere le firme per una legge di iniziativa popolare che chiede l’abbassamento delle tariffe RCA al sud e la creazione di una tariffa unica a livello nazionale per evitare discriminazioni territoriali. L’iniziativa si sta allargando a macchia d’olio su tutta la provincia di Napoli, da sempre vittima di una forte discriminazione territoriale adoperata dalle agenzie assicurative che applicano enormi costi agli automobilisti partenopei in confronto ai residenti in altre regioni, specie se al nord.

Obbiettivo della petizione è portare in parlamento una proposta di legge che prevede l’imposizione di una tariffa assicurativa unica nazionale. La provincia di Napoli, in media, paga il 105% in più rispetto alla media nazionale. L’iniziativa di legge popolare, sponsorizzata anche dal Sindaco del comune di Napoli, Luigi De Magistris, e dal Consiglio Comunale di Napoli, che ha votato all’unanimità la sponsorizzazione di tale iniziativa, sta avendo un notevole successo e sono decine i banchetti che ogni settimana si organizzano nelle varie città campane per raccogliere le firme.

Domani mattina, dalle ore 10.00, sarà il turno di Casandrino, grazie al gazebo che sarà allestito in piazza Umberto I dall’associazione L’Altra Casandrino, da sempre attiva sui temi vicini alla città e sugli sprechi della politica casandrinese. “Abbiamo deciso di aderire all’iniziativa RCAuto tariffa Italia – spiega Antimo Di Francesco, presidente dell’associazione – perchè la riteniamo una battaglia giusta e nell’interesse dei cittadini. La nostra associazione è sensibile a questi temi, soprattutto in un particolare momento storico, dove le famiglie sono afflitte dalla crisi economica che non accenna a fermarsi“. Infine, Di Francesco, si appella ai suoi concittadini: “Chiediamo a tutti i nostri concittadini di recarsi al gazebo di domattina, per dire basta a questa che è una vera e propria ingiustizia sociale che di fatto divide il nord e il sud del Paese“. La Raccolta firme, comunque, come diffuso tramite la pagina ufficiale dell’associazione su Facebook, continuerà tutti i giorni presso la sede dell’associazione in via Praus per tutto il mese di dicembre.

Francesco Di Matteo