“L’UNICA BOMBA CA CE PIACE È CHELLA CU ‘A NUTELLA” : campagna di sensibilizzazione contro i botti a cura del Larsec

NAPOLI. In vista del Capodanno l’associazione Larsec – Laboratorio di Riscossa Secondiglianese lancerà una campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo di botti attraverso dei manifesti in napoletano dal tono ironico. Due le immagini e gli slogan utilizzati che verranno affisse lungo le vie di Secondigliano in questi giorni a partire da lunedì 8 dicembre: “Cu’a cepolla ce facimmo o’ ragù” con l’immagine di una cipolla e “L’unica bomba ca ce piace è chella cu ‘a Nutella” raffigurante un krapfen ripieno di Nutella.

Il presidente dell’associazione, Vincenzo Strino, spiega il perché dell’iniziativa e le finalità: «Secondigliano è un quartiere giovane che non ha bisogno di aggiungere problemi a quelli che già possiede. Per rivolgerci a tutti i ragazzi, non solo a quelli che di solito acquistano o raccolgono botti illegali, abbiamo deciso di puntare sull’ironia e sulla leggerezza anche per distinguere la nostra campagna da quelle istituzionali che spesso utilizzano parole ed immagini forti. L’intento, insomma, è quello di far sì che anche sui social più persone condividano le immagini ed il pensiero in esso contenute».