Il termine amarcord, etichettato come un neologismo della lingua italiana, deve la sua genesi proprio all’ambito cinematografico, nello specifico all’omonimo film di Fellini del ’73. Oggi con amarcord si intende un ricordo del passato, la rievocazione di momenti ormai lontani nel tempo.

La TOP 5 di Libero Pensiero questa settimana è dedicata agli esordi di alcuni protagonisti del cinema internazionale. Qualcuno li ha scritturati quando erano ancora giovanissimi scommettendo su di loro. Oggi sono protagonisti assoluti e star indiscusse del cinema di Hollywood.

La “classificazione” è da intendersi in base all’età del giovane attore nell’anno in cui è stato girato il film, in ordine decrescente.

5) Leonardo DiCaprio, “Buon Compleanno Mr. Grape”, 19 anni.

Leonardo DiCaprioNel 1993 il diciannovenne e all’epoca sconosciuto Leonardo DiCaprio è uno dei protagonisti di “Buon Compleanno Mr. Grape”, film drammatico tratto dal romanzo di Peter Hedges, per la regia di Lasse Hallstrom, interpretando un ragazzino ritardato mentalmente. DiCaprio recita accanto a Johnny Depp e mostra tutto il suo potenziale espressivo e recitativo, in un ruolo senza dubbio piuttosto complesso.

L’interpretazione gli garantisce anche la prima nomination all’Oscar (ne collezionerà cinque nella sua carriera).

Oggi Leonardo DiCaprio è considerato un’icona del cinema internazionale e ha collaborato con importanti registi come James Cameron, Clint Eastwood, Christopher Nolan, Quentin Tarantino e, soprattutto, Martin Scorsese.

4) Scarlett Johansson, “L’uomo che sussurrava ai cavalli”, 14 anni.

Scarlett JohanssonUna giovanissima Scarlett Johansson si impone all’attenzione del pubblico internazionale recitando al fianco di Robert Redford (che veste anche i panni del regista) in “L’uomo che sussurrava ai cavalli”, nel 1998. Il suo personaggio, la piccola Grace, perde una gamba a seguito di un incidente stradale nel quale è coinvolta insieme al suo cavallo Pilgrim, e cade in una profonda depressione, aggravata dal fatto che il cavallo, anch’egli gravemente ferito, è diventato aggressivo e inavvicinabile.

La pellicola fa del rapporto tra Grace e il cowboy Tom Booker (Redford), filtrato dalla natura e dagli animali, il suo punto di forza, e Scarlett Johansson, che fino ad allora “vantava” nel suo curriculum da attrice solo poche comparsate e ruoli minori, non mostra neanche per un attimo inesperienza o disagio, presentandosi fin da subito come una grande promessa nel mondo della settima arte.

I registi più importanti non fanno che contendersela, e nella sua filmografia spiccano le collaborazioni con Woody Allen, Brian De Palma e Christopher Nolan, recitando accanto a stelle di Hollywood come Christian Bale e Matt Damon, solo per citarne alcuni.

3) Jodie Foster, “Taxi driver”, 14 anni.

Jodie FosterAnche Jodie Foster ha soltanto quattordici anni quando, nel 1976, viene scelta da Martin Scorsese per interpretare la prostituta Iris in “Taxi driver”, pellicola considerata un cult del cinema mondiale, con un monumentale Robert De Niro.

La presenza di una ragazzina così giovane in un ruolo del genere fece molto scalpore, così come il suo coinvolgimento nella scena della sparatoria finale, considerata troppo forte per quell’età.

Il ruolo della baby prostituta le consegna, inoltre, la candidatura all’Oscar come miglior attrice non protagonista, un premio BAFTA e le regala notorietà in tutto il mondo.

2) Natalie Portman, “Léon”, 13 anni.

Articolo #17.4Se parliamo di cinema e amarcord non si può non pensare a lei. Natalie Portman è poco più che una bambina quando, insieme a un fantastico Jean Reno, è protagonista della pellicola francese “Léon”. Inizialmente era ritenuta troppo giovane, ma il regista Luc Besson, dopo averla vista recitare, cambiò idea.

Il film sembra scritto su misura per Jean Reno, ma la piccola Portman è la rivelazione in questa innocente e bizzarra storia d’amore platonico tra un sicario bambino e una bambina adulta: lui le insegna ad uccidere, lei gli insegna a vivere.

Da quel momento la carriera di Natalie Portman è un susseguirsi di successi. Da citare “Closer”, “V per Vendetta” e “Il cigno nero”, con il quale nel 2011 vince l’Oscar come miglior attrice protagonista.

1) Kristen Stewart, “Panic room”, 12 anni.

Articolo #17.5La più giovane star della nostra classifica la troviamo nel thriller claustrofobico “Panic room”, film del 2002 per la regia di David Fincher: si tratta di Kristen Stewart. La Bella Swan della saga “Twilight” si presenta così al pubblico di tutto il mondo ricevendo critiche positive, accompagnate dalla nomination al premio Young Artists Award nel 2003.

Nel film la madre di Kristen Stewart è Jodie Foster, ventisei anni dopo il vero esordio internazionale di quest’ultima più o meno alla stessa età.

Marco Passero