SEL, SCOTTO: “RIVEDERE LA CHIUSURA DEL PRESIDIO DI POLIZIA A CAVALLO DEL BOSCO DI CAPODIMONTE!”

 

I residenti della Municipalità 3 di Napoli, da settimane ormai protestano vivacemente contro il trasferimento del reparto a cavallo della polizia di Stato stanziato presso il bosco di Capodimonte. Si tratta di un nucleo operante da più di ciquant’anni che si è sempre distinto per essere una fondamentale garanzia di sicurezza nel parco, capace di prevenire e contrastare negli anni numerosi reati, anche particolarmente gravi ed esecrabili.

Lo afferma il capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà alla Camera dei Deputati, Arturo Scotto.

Questo tipo di nucleo è particolarmente adatto per le operazioni di perlustrazione di quei luoghi difficilmente accessibili tipici della naturale conformazione di un bosco, ed allora non si comprende la necessità di tale decisione da parte del Governo e l’utilità che da questa scelta deriverebbe, anche considerato l’esiguo impegno economico che il mantenimento del reparto in questione comporta. Per questi motivi SEL ha già presentato un’interrogazione al Ministro dell’Interno per chiedere di rivedere questa scelta, anche alla luce dell’importanza che il reparto a cavallo della polizia di Stato ha per il mantenimento del rispetto della legalità sul territorio