NAPOLI – C’era una volta l’Istituto d’arte Boccioni. La gloriosa scuola di via Terracina, sita all’interno della Mostra D’Oltremare da anni vive nell’abbandono più totale delle istituzioni.
Prima lo sfratto, ora il mancato stanziamento dei fondi necessari per la manutenzione del plesso scolastico.
La scomparsa preannunciata del Liceo Artistico Boccioni, da alcuni anni accorpato al Liceo Palizzi è stata scongiurata quest’anno, nonostante una sentenza del tribunale di Napoli che intimava lo sfratto, ‘grazie’ alle avvenute dimissioni del Presidente della Mostra D’Oltremare, Andrea Rea.

In una lettera alcuni studenti esprimono il loro disappunto e malcontento per gli avvenimenti degli ultimi anni denunciando anche l’acquisto a loro dire ‘superfluo’ delle lavagne elettroniche ad oggi ancora non funzionanti.
”La scuola – scrivono gli studenti – manca di una rete WIFI, ha la palestra chiusa da due anni ‘a causa’ di un tetto rotto mai riparato e come se non bastasse il cortile si è trasformato in una vera e propria discarica”.

Condanna anche ai fatti accaduti durante l’occupazione: ”Siamo stati occupati dalle 7 di mattina fino alle 15 del pomeriggio quando tutto d’un tratto 6 o 7 poliziotti in borghese senza un minimo di decenza, senza neanche chiedere un dialogo, con una violenza inaudita, sfondano la porta d’entrata dell’istituto, provocando danni alla stessa, ai banchi e alle sedie che si trovavano dietro di essa, generando una situazione di caos e panico totale che ha portato alcuni studenti a calarsi addirittura dalle finestre , non appena hanno afferrato un ragazzo con l’intenzione di buttarlo fuori, lo hanno ferito”.

”Il Dott.Punzo – dichiara Anita, studentessa del Boccioni al termine dell’incontro con l’Ufficio Scolastico provinciale –  ci ha rassicurati impegnandosi personalmente nel risolvere i nostri problemi di edilizia.
La nostra scuola lo scorso anno doveva subire lo sfratto ed è per questo motivo che la Provincia non investe nella struttura”

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa progressione nell’allenamento
Articolo successivoLigue1: tête-à-tête tra Psg e Marsiglia
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II