Fernando Alonso è ufficialmente un pilota della scuderia McLaren Honda, la quale l’11 dicembre ha ufficializzato la nuova batteria di piloti per la stagione 2015. Ad affiancare lo spagnolo vi sarà Jenson Button, fedele alla causa inglese dal 2010, mentre Kevin Magnussen resterà sotto contratto in qualità di riserva.

La coppia biancorossa si annuncia competitiva, infatti, il pedigree dei due piloti è di alto livello, con 3 titoli complessivi vinti (Alonso 2005 e 2006, Button 2009). In realtà, le difficoltà restano comunque considerevoli, con gli ingegneri già al lavoro per offrire una monoposto all’altezza del nome che porta.

Ad ogni modo, le scelta dei piloti da parte degli inglesi – e dei partner giapponesi – risponde anche ad esigenze di marketing: l’appeal commerciale, così come i compensi, di Alonso sono ancora alti, mentre si vocifera che la permanenza di Button sia proprio dovuta a sponsorizzazioni e alla riduzione dello stipendio.

In occasione della presentazione ufficiale, avvenuta a Woking, Ron Dennis, ad del team, ha speso parole di elogio per i due piloti, nonostante le frizioni passate con Alonso, anch’egli intervenuto alla cerimonia. Ecco un estrapolato delle loro dichiarazioni:

“Fernando e Jenson hanno iniziato un totale di 500 Gran Premi sommando le loro esperienza e ne hanno vinto 47. Posso tranquillamente dire che ora abbiamo la migliore line-up di piloti rispetto a qualunque altro team di Formula 1″ – Dennis.

“Mi unisco al team con grande entusiasmo e determinazione, sapendo che ci servirà del tempo per ottenere i risultati che vogliamo, ma non è un problema per me. E’ chiaro che McLaren e Honda hanno appena dato il via ad una partnership a lungo termine e di sicuro successo […] Il desiderio di McLaren e Honda di tornare al successo è stato il principale fattore nella mia decisione, senza dimenticare la cosa più importante: condividiamo un obiettivo comune e le aspettative, e c’è un solido futuro, con ottimismo, davanti a noi” – Alonso.

Secondo alcuni critici, però, le parole di Alonso, quanto quelle di Dennis, risultano di facciata, visti i tanti dubbi legate alle prestazioni della McLaren Honda e l’età dei piloti (33 anni Alonso e 34 Button) rispetto ad un cosiddetto progetto a lungo termine.

Fonte immagine in evidenza: Ferando Alonso Oficial

Fonte virgolettati: McLaren/traduzione italiana a cura di f1blog.it e f1world.it

Fabio Fin