Checché se ne dica o pensi, i fatti parlano chiaro: il calcio italiano gode, attualmente, di ottima salute! Se ne convincano anche i più scettici.

A livello nazionale, infatti, gli azzurri di Antonio Conte hanno collezionato, in sei gare, cinque vittorie ed un pareggio. Per quel che riguarda i club, invece, le sei italiane di Serie A impegnate nelle coppe europee, sono ancora, inaspettatamente, tutte in gara, come accaduto soltanto per i più blasonati club di Spagna, Inghilterra e Germania.

L’unica difficoltà legata al calcio nostrano, riguarda, al presente, la non florida situazione finanziaria, che ha costretto le società a fare economia e a rinunciare ai nomi stellari che un tempo gravitavano nel nostro calcio.

Al giorno d’oggi, ad esempio, nessuna società di Serie A sarebbe in grado di sborsare i 55 mln di euro che portarono, nell’estate del 2000, Hernan Crespo dal Parma alla Lazio. L’acquisto più dispendioso affrontato in questa stagione è stato quello di Iturbe, costato alla Roma 28 mln.

Conti societari in rosso e festeggiamenti europei a parte, oggi pomeriggio, sabato 13 dicembre, riprende la Serie A, al quindicesimo turno.

SERIE A, ANTICIPO ORE 18:00

Si inizia dal Barbera, in cui si gioca Palermo- Sassuolo, con direzione del sig. Maresca. Si affrontano, per la prima volta in assoluto, due tra le più sorprendenti e convincenti formazioni di questa stagione, attualmente a metà classifica: decima posizione per gli emiliani, undicesima per i siciliani, a 19 e 18 punti. Definirla sfida salvezza, appare, stando così le cose, un po’ limitato: le squadre in corsa per l’Europa sono sicuramente tante e non si sa quali possano essere le reali ambizioni di queste due formazioni. In fondo, anche su Genoa e Sampdoria, non ci avrebbe scommesso nessuno, ma questa Serie A ci sta insegnando che sognare non è poi così proibito.

I padroni di casa, guidati da Iachini,  ritrovano uomini importanti come Barreto, a centrocampo, e Vazquez in attacco, che affiancherà Dybala. Panchina, quindi, per Belotti. Confermato il 3-5-2.

I nero-verdi di Di Francesco, galvanizzati dal complicato pareggio nella trasferta contro la Roma, dovranno fare a meno degli squalificati Peluso e Vrsaljko sugli esterni e Berardi tra i tre di attacco. A sostituirli, nel 4-3- 3, vi saranno Gazzola e Longhi tra i quattro di difesa e Floro Flores tra i tre d’attacco, accanto a Zaza, fresco di doppietta, e Sansone.

SERIE A, ANTICIPO ORE 20:45

Chiude questo sabato Lazio-Atalanta, all’Olimpico di Roma. Fischietto della gara sarà il sig. Rocchi.

Sesto posto per i laziali, quattordicesimo per i bergamaschi, a 23 e 14 punti. I padroni d casa puntano all’Europa, gli ospiti alla salvezza.

Tanti assenti tra i laziali di Pioli: Ciani e Braafheid in difesa, Biglia e Parolo, squalificato, a centrocampo, Candreva in attacco. Per la difesa, Radu in forte dubbio.  Nel 4-3-3, per il centrocampo, spazio ad Onazi e Ledesma. Tra i tre di attacco, Djordjevic favorito su Klose. Lo affiancheranno Anderson e Mauri.

Colantuono risponde con un 4-4-1-1. Indisponibili, in difesa, Raimondi e Zappacosta; a centrocampo, fuori Estigarribia. Possibile panchina per Denis, sostituito, come punta unica, da Bianchi, ex della gara. Alle sue spalle Moralez.

Roberto Guardi