NAPOLI – Contro la repressione nelle scuole e piena solidarietà a tutti gli studenti in mobilitazione”.
Svolta clamorosa della Consulta provinciale degli Studenti di Napoli che attraverso un documento ufficiale CLICCA approvato ieri nella seduta plenaria esprime piena solidarietà verso gli studenti  vittima di repressione, i collettivi studenteschi criminalizzati e le scuole devastate da esterni.

Soddisfazione nelle parole del Presidente della Consulta provinciale degli Studenti di Napoli, Mario Sansone che a Libero Pensiero News dice: “L’unanime decisione nella Consulta di Napoli di esprimere solidarietà agli studenti vittima di repressione è la prova che ciò che i giornali hanno detto di noi è totalmente falso. Tutti nella votazione – prosegue Sansone – nessuno escluso si sono schierati al fianco degli studenti. E’ falso che dietro le occupazioni ci sia chissà quale cellula violenta, così come è falso che gli studenti occupano solamente per perdere giorni di scuola. Hanno parlato di regie occulte dietro le mobilitazioni studentesche, tutto l’opposto della verità. Le spontanee mobilitazioni degli studenti sono frutto di un governo che anche nel campo della scuola non fa altro che essere forte con i deboli e debole con i forti. La Buona Scuola fa solo gli interessi dei privati, non parla minimamente di come combattere la dispersione scolastica ed esaspera un concetto di merito a dir poco disgustoso; non possiamo permettere che passi. Presidi e giornali hanno criminalizzato studenti che non avevano nessuna colpa se non quella di lottare per i propri diritti, non possiamo tollerare un comportamento del genere. C’è chi ha provato ad usare le consulte per reprimere il movimento studentesco, ma io e gli altri rappresentati sappiamo qual è il nostro compito. Le loro bugie non ci ingannano e le loro denunce non ci fermano, non passeranno” – conclude.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteRenzi, Prodi e il Quirinale
Articolo successivoBundesliga: Bayern campione d’inverno!
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II