Il decennio del divertirsi con poco, gli anni dei miti e degli eroi intramontabili, il periodo delle scoperte e delle innovazioni. Gli anni ottanta sono il tema principale della mostra Rewind. Arte a Napoli 1980-1990, che si inaugurerà venerdi 19 dicembre 2014, alle ore 18, nelle sale del Castel Sant’Elmo. L’esposizione, curata da Angela Tecce, comprende una raccolta di cento opere circa di artisti degli anni ottanta appartenenti al territorio partenopeo, pittori più o meno affermati che hanno caratterizzato la scena artistica napoletana del tempo.

amelio2Rewind è da considerarsi il traguardo di un lungo cammino, che è stato caratterizzato da vari incontri conosciuti con il nome di Giovedi contemporanei, colloqui e scambi d’opinione tra artisti, galleristi ed estimatori di un’arte passata ma allo stesso tempo ancora contemporanea. Il fine ultimo dell’intera esposizione artistica è quello di riuscire ad individuare in che modo Napoli sia riuscita ad affermarsi a livello nazionale ed internazionale, negli anni ottanta, dal punto di vista artistico, divenendo capitale dell’Arte.

Il filone delle opere esposte è un riassunto degli eventi clamorosi del decennio 80/90, sottolineando il forte legame tra tradizione e progresso che percorreva questi anni. Al progetto hanno partecipato gran parte delle più famose gallerie dell’epoca: la galleria Lucio Amelio, Il Centro, lo Studio Trisorio, lo Studio Morra,la galleria Lia Rumma, la galleria Alfonso Artiaco, alcune di queste ancora oggi sono importanti centri di divulgazione artistica.

All’interno del catalogo espositivo sono inserite anche opere di artisti stranieri e lontani geograficamente dal territorio napoletano come: Gino De Dominicis, Alberto Burri, Jean Michel Alberola, Joseph Beuys a Hermann Nitsch, Sol LeWitt, James Brown, Ronnie Cutrone, Kenny Scharf, Luigi Ontani. L’intera mostra “Rewind” è stata realizzata grazie alla attenta collaborazione di vari enti e di molte strutture museali.

11793-Terrae_Motus_ingresso_alla_mostra_permanente

La Soprintendenza per i beni culturali, in associazione con la Reggia di Caserta, all’interno della quale è conservata la collezione di Lucio Amelio dal titolo Terre-motus, hanno collaborato unanimemente per la realizzazione di questo evento. Il supporto finanziario e promozionale è derivato dal Servizio architettura e arte contemporanee della Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

A dimostrazione del fatto che la mostra vuole creare un ponte astratto tra gli anni passati e l’età contemporanea è stato organizzato un percorso multimediale, Costellazione ’80, dotato di molteplici postazioni interattive collegate tra di esse e dotate di contenuti riguardanti le opere presenti.

Vincenzo Morrone

Info:
Data Inizio: 19 dicembre 2014
Data Fine: 08 febbraio 2015
Costo del biglietto: € 5,00
Prenotazione: Nessuna
Luogo: Napoli, Castel Sant’Elmo

fonte: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.