La prossima fine di questo anno 2014 e l’imminente conclusione del mio mandato presidenziale inevitabilmente ci portano a svolgere alcune considerazioni sul periodo complesso e travagliato che stanno attraversando l’Italia, l’Europa ed il mondo“.

Le dimissioni di Giorgio Napolitano erano nell’aria da molto tempo e l’elenco dei nomi delle persone che dovrebbero succedergli si sprecano, eppure la dichiarazione di oggi farà sicuramente discutere, visto e considerato che la data ancora esatta non è stata ancora stabilita, ma accelera sicuramente il tutto.
Le ipotesi che davano un Giorgio Napolitano pronto ad andarsene come Presidente della Repubblica verso la fine della primavera sono ormai cadute, dopo che già Matteo Renzi aveva provato a far resistere la massima carica Italiana almeno fino all’Expo.

L’inciso nel discorso fatto, quindi, fa’ assumere a tutto il resto del discorso una nota diversa, un anticipo, probabile, del discorso finale e, infatti, il governo diventa soggetto di ciò:

un’opera difficile e non priva di incognite, ma vi potevano essere alternative per chi, come noi, crede nelle potenzialità di questo Paese, nel ruolo che deve rivestire in Europa, negli ideali che vuole portare e nella missione di pace che vuole svolgere nel mondo?”.

Dopotutto, da parte del governo, per il Presidente, è in atto “un ampio e coraggioso sforzo” per “eliminare alcuni nodi e correggere mali antichi che hanno negli ultimi decenni frenato lo sviluppo del Paese e sbilanciato la struttura stessa della società italiana e del suo sistema politico e rappresentativo”.

Le reazioni non si sono fatte sicuramente attendere e Matteo Renzi, nonostante avesse voluto avere Giorgio Napolitano ancora nel suo ruolo fino ad Expo, raccoglie la sfida e dichiara che, il Parlamento eleggerà il nuovo Presidente “nei tempi stabiliti“, proprio perchè “L’Italia, quando dovrà fare i conti con la sostituzione del presidente della Repubblica, non avrà alcun tipo di problema, perché credo che il Parlamento abbia imparato la lezione dell’aprile del 2013»