Domenica mattina a Sant’Antimo la divisione giovanile di Agorà è scesa in piazza con un gazebo e ha raccolto firme per un pacchetto di quattro proposte per gli under-20, proposte che stanno cercando di approdare in consiglio comunale.

In una soleggiata domenica, i giovani di Agorà, associazione culturale e politica che opera sulla città di Sant’Antimo, sono scesi in piazza per raccogliere le firme per alcune proposte da sottoporre al consiglio comunale ed all’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Piemonte. Il volantino, in cui sono presenti le 4 proposte dei ragazzi, presenta una chiara ed eloquente serie di iniziative ludiche e culturali da organizzare per rendere più vivibile la città, soprattutto ai più giovani cittadini.

Il primo punto che i ragazzi richiedono è l’organizzazione di un “grande evento artistico-musicale”, che potrebbe essere, secondo gli organizzatori, un vero toccasana “per la movida santantimese, attirando ragazzi anche dai comuni limitrofi e aiutando i numerosi commercianti in difficoltà in città”. Altro punto è la riqualificazione della villa comunale adiacente alla stazione ferroviaria, ormai praticamente abbandonata a se stessa, “con l’allestimento di uno spazio eventi all’aperto attrezzato”. I giovani, molti dei quali studenti delle scuole superiori della cittadina, propongono anche la creazione di una rete tra tutti gli istituti, con la possibilità di istituire dei doposcuola comunale per aiutare i ragazzi più in difficoltà, sia a livello didattico che economico. L’ultima proposta è quella dell’istituzione di un centro di aggregazione giovanile con  scopi ludici, culturali ed artistici, da mettere a disposizione dei cittadini “per l’integrazione tra giovani, associazioni e pubblica amministrazione“.

In meno di 10 giorni abbiamo raccolto più di 150 firme tra gli under 20”. A dirlo è Giovanni Buonanno, coordinatore giovanile dell’associazione. “Sant’Antimo è un paese ormai lontano dai propri giovani. Agorà jr, da unica realtà politica giovanile locale, si propone quindi di riavvicinarli alla vita culturale, sociale e politica del territorio tramite 4 proposte da presentare nel prossimo consiglio comunale”.

Durante la mia amministrazione abbiamo sempre finanziato e portato avanti il progetto delle ‘scuole in rete’ con argomenti diversi, per lo più ambiente e legalità”. A dirlo è il sindaco Francesco Piemonte, che ha commentato le proposte dei ragazzi e continua: “Quest’anno alcuni docenti hanno partecipato al convegno finale della ‘settimana del benessere psicologico’, apprezzando le relazioni di tre giovani psicologi e la mia, in qualità di medico”. Il sindaco, inoltre, spiega che una serie di conferenze è già in atto, coinvolgendo circa 150 partecipanti. Per la villetta adiacente la stazione ferroviaria, invece, il sindaco annuncia che “i lavori per la ristrutturazione stanno andando avanti, e sarà installata anche un busto di Nicola Romeo, a cui sarà intitolata”. Questione più complesso, invece, per il grande evento, annunciato per il 2016, “in occasione del 120esimo anno di Nicola Romeo”.

Francesco Di Matteo