NAPOLI – I giovani volontari dell’associazione Larsec (Laboratorio Riscossa Secondiglianese) in occasione delle festività natalizie lanciano una campagna di sensibilizzazione contro l’uso dei fuochi illegali .

Gli attivisti intendono sensibilizzare la popolazione mediante l’uso di due immagini, una raffigurante una cipolla (”Cu’ a cepolla ce facimmo o’ ragù), l’altra la Nutella (”L’unica bomba ca ce piace è chella cu ‘a Nutella”), ed entrambi le immagini cercano di scongiurare l’uso di botti illegali con una forte ironia made in Napoli.

Il Presidente di Larsec, Vincenzo Strino, studente universitario e militante dell’UDU, a Libero Pensiero News mostra soddisfazione per l’iniziativa e per il successo che questa sta ottenendo: «Sono mesi che vediamo bambini e ragazzi in strada che sparano fuochi illegali comprati in bancarelle che non rispettano alcuna norma di sicurezza. Per questo motivo abbiamo pensato di mandare un messaggio a tutti buttandola sull’ironia tutta napoletana, anche per differenziarci dalle campagne di sensibilizzazione istituzionali che utilizzano spesso immagini cruente e che forse non arrivano del tutto ai ragazzi» conclude.

L’associazione Larsec, da sempre impegnata sul territorio per iniziative di ogni genera, fa sul serio e dopo le iniziative dedite alla pulizia e la rivalorizzazione del territorio mette in campo nuove idee e proposte per la salvaguardia di Secondigliano, quartiere negli ultimi giorni finito al centro del dibattito per la vicenda del campo rom.

larsec

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteBotti di fine anno, Napolitano spara sui pm
Articolo successivoFamiglia Cosentino: sequestro da 120 milioni

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II