Una manita e un poker sono le risposte di Barcellona e Atletico Madrid ai rivali del Real, fermi un turno poiché impegnati a giocare, e vincere, il Mondiale per Club a Marrakech contro il San Lorenzo de Almagro (solo un ricordo la vecchia cara coppa Intercontinentale giocata rigorosamente in Giappone). Il Valencia vince in casa del sorprendente Eibar, il Malaga e il Villareal subito dietro agganciano il Siviglia a 30 punti mentre nelle retrovie l’Almeria abbandona l’ultima posizione conquistando tre punti pesantissimi in chiave salvezza sul campo del Celta Vigo.

Barcellona – Cordoba 5-0: senza storia. È l’impietosa sintesi della partita tra i padroni di casa e l’agnello sacrificale di turno, il Cordoba. Luis Enrique decide di fare un piccolo regalo di Natale agli ospiti lasciando in panchina Neymar per il muso lungo Montoya, ma dopo 1’ i blaugrana sono già in vantaggio. Splendido assist di Suarez in area per Pedro il quale, approfittando di una difesa ospita praticamente immobile, controlla e batte a rete. Per i rimanenti 44’ i padroni di casa si limiteranno a fare accademia, forse con un po’ di sufficienza, regalando qualche occasione sporadica ai pur volenterosi ospiti e dando motivo ai presenti al Camp Nou di borbottare. Tutta un’altra storia nella ripresa. Al 53’, dopo circa 600 minuti di astinenza, arriva finalmente il momento del primo gol nella Liga per Suarez, dall’area piccola. Tre minuti dopo una bordata da quasi trenta metri di Rakitic si stampa sul palo. Miroslav Djukic, l’allenatore del Cordoba, prova la carta Fausto Rossi, l’ex juventino che lo scorso anno a Valladolid segnò il gol vittoria dei Pucela proprio contro i blaugrana, ma la mossa non sortirà alcun effetto. All’80’ arriva l’incornata vincente di Piqué su assist di Xavi a chiudere definitivamente la gara. Negli ultimi minuti sale in cattedra Messi, fino a quel momento perso tra le nebbie dell’atmosfera natalizia catalana, e prima con un bellissimo destro sotto la traversa, poi con un aggancio al volo favoloso con successiva girata e tiro sul primo palo, segna una doppietta che chiude la partita. 5-0 e il Barça torna a vincere dopo il pareggio sul campo del Getafe. Il Real Madrid avrà pure una partita da recuperare, ma il Barça arriva alla pausa natalizia ad un solo punto di distanza dai blancos.

Athletic Bilbao – Atletico Madrid 1-4: gran prova di carattere degli uomini del Cholo Simeone, sull’ostico campo di Bilbao. Certo, il nuovo San Mamés per ora è solo un lontano e giovanissimo parente di quella che era la vecchia temibile Catedral, il tempio in cui battevano il cuore e l’identità della squadra basca, ma resta comunque un campo molto difficile sul quale giocare a calcio, e infatti l’Athletic parte fortissimo, con ritmi elevati che lasciano tramortiti i campioni di Spagna, in campo senza Mandzukic, Miranda e Koke. Al minuto 17 Susaeta, su punizione, serve Mikel Rico in area il quale,di testa, batte Moyà e porta in vantaggio i baschi facendo esplodere il nuovo San Mamés, dopo una serie di azioni aggressive che avevano portato i biancorossi di casa a sfiorare il vantaggio. Anzi, rischiano il raddoppio intorno alla mezz’ora, quando un imbarazzante Godin si lascia sfuggire un indemoniato Arduriz, fermato poi dal resto della difesa madrilena costretta agli straordinari. Nella ripresa si assiste ad un’inversione dei ruoli : l’Athletic Bilbao si dimentica di tornare in campo e i colchoneros cominciano a giocare. Nei primi 7 minuti della ripresa l’Atletico ribalta la situazione, prima con un colpo di testa di Griezmann su cross di Juanfran, poi con un rigore (inesistente) trasformato da Raul Garcia. L’Athletic tramortito ci prova a reagire, ma di fronte stavolta si ritrova un avversario ordinato e preciso al contrario della prima frazione, e a un quarto d’ora dalla fine arriva anche il colpo del K.O., ancora con Griezmann che approfitta del tappeto rosso stesogli di fronte dalla difesa basca, e segna l’1-3. Quando mancano 10 minuti alla fine, arriva anche il 4° gol, sempre a firma di Griezmann che conclude un bellissimo triangolo fatto tutto di colpi di prima con Raul Garcia, anche se in sospetta posizione di fuorigioco, in un San Mamés che aveva cominciato a svuotarsi dopo la surreale prova dei leoni baschi nella ripresa. I campioni di Spagna si riportano a -4 dalla vetta, per i padroni di casa è notte fonda, lontani ben 11 punti dalla zona Europa.

Eibar – Valencia 0-1: la matricola terribile Eibar riceve il Valencia nel piccolissimo Estadio Municipale de Ipurua. Al 17’ Piovaccari, già idolo europeo a Bucarest lo scorso anno con la maglia dello Steaua e in prestito dalla Sampdoria, si vede negare uno splendido tiro a giro destinato in rete da una bella parata in posa plastica di Diego Alves. Al 31’ minuto una velocissima offensiva valenciana : Boateng, difensore di casa, pasticcia e dà il via libera a Pablo Piatti il quale, però, controlla male distratto dall’uscita disperata di Irureta dai pali e finisce per servire Paco Alcacer che deve semplicemente spingerla in rete, per il vantaggio dei pipistrelli bianconeri. Il risultato rimarrà questo fino alla fine della partita, nonostante un paio di tentativi di Piovaccari di impensierire Diego Alves, e un’ottima combinazione Negredo-Paco Alcacer fuori di un soffio, nella ripresa. Il Valencia torna vincitore dalla trasferta basca dopo un periodo non semplicissimo, e si riporta temporaneamente al quarto posto, approfittando della pausa del Siviglia rivale del Real Madrid impegnato nel Mondiale per Club.

Tutte le altre partite della LigaBBVA

Celta Vigo – Almeria 0-1
Levante – Real Sociedad 1-1
Rayo Vallecano – Espanyol 1-3
Villareal – Deportivo La Coruña 3-0
Granada – Getafe 1-1
Elche – Malaga 1-2
Real Madrid – Siviglia recupero 2 Febbraio 2015

Classifica aggiornata della LigaBBVA

1. Real Madrid 39 pti.
2. Barcelona 38
3. Atletico Madrid 35
4. Valencia 31
5. Siviglia 30
6. Villareal 30
7. Malaga 30
8. Celta Vigo 20
9. Eibar 20
10. Espanyol 20
11. Atheltic Bilbao 19
12. Rayo Vallecano 17
13. Getafe 17
14. Real Sociedad 15
15. Levante 15
16. Deportivo La Coruña 13
17. Granada 13
18. Almeria 13
19. Cordoba 11
20. Elche 10

Il prossimo turno della LigaBBVA

Sabato 3 Gennaio ore 16 Atletico Madrid – Levante
Sabato 3 Gennaio ore 18 Siviglia – Celta Vigo
Sabato 3 Gennaio ore 20 Elche – Villareal
Sabato 3 Gennaio ore 22 Deportivo La Coruña – Athletic
Sabato 3 Gennaio ore 22 Malaga – Almeria
Domenica 4 Gennaio ore 12 Getafe – Rayo Vallecano
Domenica 4 Gennaio ore 17 Valencia – Real Madrid
Domenica 4 Gennaio ore 19 Espanyol – Eibar
Domenica 4 Gennaio ore 21 Real Sociedad – Barcellona
Lunedì 5 Gennaio ore 20.45 Cordoba – Granada

Michele Mannarella