Ad una settimana dall’inizio della sessione invernale, nonostante le festività natalizie, il mercato non può fermarsi. Ecco le novità di questa settimana.

La trattativa che porterà Ivan Strinic al Napoli è arrivata ad una svolta. Il terzino, in scadenza col Dnipro, ha infatti dichiarato ad un giornale croato che nei prossimi giorni diventerà un calciatore azzurro. Non si può dire lo stesso per Darmian, visto che il Torino non vorrebbe privarsi del terzino della Nazionale a gennaio. Fermo, invece, il mercato in uscita: la società non ha alcuna intenzione di cedere Zapata (che interessa a Torino e Cagliari).

La Juventus è sempre alla ricerca di qualcuno che possa rinforzare la difesa. La trattativa per Montoya continua ad essere complicata per via delle richieste del Barcellona, mentre per il ruolo di centrale di difesa sembra molto vicino Rolando. Il lusitano sarebbe infatti felice di lasciare il Porto per i bianconeri. Giovinco risulta ancora tra i partenti e fa gola a molti, ma le squadre disposte ad accogliere il fantastista non possono sostenere il suo ingaggio (2,2 mln all’anno).

Il mercato della Roma è fermo a semplici idee, soprattutto per la retroguardia. I giallorossi vorrebbe acquistare Chiriches dal Tottenham per rimpiazzare Castan, ancora indisponibile. Il rumeno non trova spazio nelle file dei londinesi e cambierebbe volentieri squadra ma per ora non c’è una reale trattativa, stesso discorso per Benteke dell’Aston Villa e Bergessio della Sampdoria. In uscita Borriello (Genoa e Parma) e Cole (direzione MLS).

La telenovela Alessio Cerci sembra giunta ad una conclusione: dopo essere stato conteso da Milan e Inter, il giocatore dell’Atletico Madrid diventerà rossonero grazie ad uno scambio di prestiti in cui è coinvolto Fernando Torres. L’ala italiana dovrebbe finalmente ritrovare la continuità che gli è stata negata in questi primi mesi spagnoli. Il Niño torna invece nella squadra in cui è diventato grande, nella speranza di ritornare quello che era. Da valutare anche la situazione Pazzini, stanco di restare perennemente in panchina e per il quale non è da escludere una cessione a gennaio.

I nerazzurri invece, perso Cerci, sondano ancora il mercato nella speranza di rinforzare una rosa davvero poco competitiva. L’ex madridista Lassana Diarra potrebbe essere il primo ad arrivare, essendo in questo momento senza contratto. Il maliano avrebbe anche già sostenuto le visite mediche ma la trattativa è ferma perché il giocatore non è considerato uno svincolato dalla Fifa. Il vero obiettivo però è Lukas Podolski: la formula sarebbe quella del prestito con diritto di riscatto e il tedesco sembra voler cambiare aria ma bisogna convincere Wenger a privarsi di lui.

La Lazio potrebbe essere costretta a cedere Miroslav Klose nel mercato di gennaio, chiuso da Djorjevic e desideroso di tornare in patria, e sembra interessata a Gabriel Paletta, che il Parma cederebbe volentieri per fare cassa.

Fermo il mercato di Sampdoria e Fiorentina alle prese con trattative tutt’altro che semplici (Muriel per i blucerchiarti; Sanchez Mino e Kurtic per i viola), mentre il Genoa ha chiuso per l’ex Valencia Tino Costa, in arrivo dallo Spartak Mosca. Il Torino, svanito Pinilla che passerà all’Atalanta, cerca disperatamente un’attaccante. Gli ultimi nomi sono quelli di Pavoletti (sul quale ci sono anche Cesena, Parma e Cagliari) e Nikolaos Karelis, classe ’92 del Panathinaikos.

Fonte notizie: tuttomercatoweb.it

Andrea Esposito