Nel mondo che vi ho raccontato finora, la Bellezza appare sempre nascosta dalla gramigna dell’ingiustizia.

Tuttavia, quella bellezza risplende nel silenzio. E se la vita è eterna lotta fra Bene e Male, è importante sapere da che parte stare, ricordando che non siamo soli. Dodici buone notizie dal 2014, una per ogni mese di quest’anno segnato da brutali angherie.

10752073_692180487570082_1765614651_n

Gennaio. Il 23 Gennaio il Parlamento marocchino ha abolito la legge che prevede che l’autore di uno stupro possa sposare la sua vittima per evitare il carcere.

Febbraio. Il 17 Febbraio il presidente afghano si è rifiutato di firmare la convalida della norma seconda cui ai parenti dell’accusato è vietato testimoniare in un processo penale.

Marzo. Il 12 Marzo, Glenn Ford, nel braccio della morte dal 1988, accusato di un omicidio non commesso, è stato rimesso in libertà.

Aprile. Il 12 Aprile, in Vietnam, sono stati rilasciati un attivista pro-democrazia e un blogger, prigionieri di coscienza.

Maggio. Il 28 Maggio Jacinta Francisco Marcial, condannata ingiustamente a 21 anni di carcere nel 2009, viene riconosciuta innocente.

Giugno. Il 21 Giugno Bialiatski, fondatore del Centro per i diritti umani Viasna, in Bielorussia, viene scarcerato dopo la sollecitazione di un provvedimento di amnistia.

Luglio. Il 16 Luglio il tribunale olandese ha riconosciuto l’Olanda responsabile della morte di 300 civili musulmani di Bosnia, uccisi nel 1995.

Agosto. Il 5 Agosto Estela Carlotto, fondatrice dell’Associazione “Abuelas de Plaza de Mayo”, (che ha come obiettivo quello di restituire tutti i bambini spariti durante la repressione politica in Argentina) abbraccia suo nipote, figlio di due desaparecidos, per la prima volta.10881428_692180467570084_740760613_n

Settembre. Il 25 Settembre è stata avviata una procedura accusatoria contro la Repubblica Ceca, accusata di discriminazione contro i Rom. I bambini appartenenti a questa etnia, sono spesso assegnati a classi monoetniche.

Ottobre. La Corte Suprema del Paraguay restituisce, dopo più di vent’anni di battaglie legali, 14.404 ettari di terra alla comunità indigena dei Sawhoyamaxa.

Novembre. Il 12 Novembre una corte marziale ha condannato cinque soldati all’ergastolo, per l’assassinio di tre ragazzi, durante un falso scontro a fuoco nello stato di Jammu e Kashmir, in India.

Dicembre. Il 2 Dicembre il governo irlandese ha chiesto alla Corte Europea per i diritti umani di rivedere la sentenza in cui si indica come maltrattamento e non tortura, cinque metodi d’interrogatorio (incappucciamento, isolamento acustico, costrizione in posizioni dolorose, privazione del sonno, del cibo e dell’acqua) usati nel 1971 contro 11 prigionieri nord-irlandesi.