La SerieA procede spedita verso la fine del girone di andata, ormai lontana soltanto due turni. Procede allo stesso modo il calciomercato, con tutte le formazioni impegnate a migliorarsi e rinforzarsi. Cerci, Podolski, Shaqiri, Gabbiadini, finora i nomi più caldi. Ma fino al 31 gennaio può succedere ancora di tutto.

A parte le sfide giocate dai club a suon di milioni, oggi, sabato 10 gennaio, si giocano le prime due gare della 18ª giornata del campionato italiano di massima serie.

SerieA: anticipo ore  18:00

Si inizia al Mapei Stadium di Reggio Emilia e da Sassuolo-Udinese, gara diretta dal Sig. Massa. 23 punti per gli emiliani, uno in meno per i friulani. Obiettivo primario di entrambe le formazioni è senza dubbio la salvezza, ma l’Europa League non sembra essere un traguardo proibito.

I padroni di casa, allenati da Di Francesco, provengono dalla vittoria esterna ottenuta contro il Milan, con il risultato di 1-2, che ha notevolmente aumentato il morale nonché permesso di scavalcare in classifica proprio i bianconeri; la formazione sarà schierata con il consueto 4-3-3. In difesa si rivede Vrsaljko, assente nella gara precedente, ma mancherà Peluso, colpito da un lieve fastidio fisico. A centrocampo assente Taider, impegnato in Coppa d’Africa con la nazionale algerina. In attacco confermato il tridente formato da ZazaBerardi e Sansone. Quest’ultimo, non al meglio, potrebbe essere rilevato da Floro Flores, ex della gara.

Gli ospiti, guidati da Stramaccioni, escono invece dalla tanto discussa sconfitta interna contro la Roma, rimediata a causa di un gol fantasma siglato da Astori. Il modulo impiegato dal tecnico sarà un 3-5-2, con Widmer e Gabriel Silva esterni di centrocampo che aiuteranno in copertura, quando necessario, i compagni del reparto arretrato. Nella retroguardia torna Heurtaux. Assente, invece, Pasquale, per una distorsione al ginocchio sinistro. A centrocampo assenti Badu, impegnato in Coppa d’Africa e Pinzi, per un guaio muscolare. Per il duo di attacco, è in dubbio Thereau. Accanto a Di Natale dovrebbe esserci, dunque, Bruno Fernandes.

SerieA: anticipo ore 20:45

A completare il quadro momentaneo della giornata vi è Torino-Milan, che si giocherà allo stadio Olimpico con direzione del Sig. Rocchi. 

I granata di Ventura, a 18 punti insieme ad Empoli e Verona, escono dalla trasferta a reti bianche contro il Chievo. Tra gli 11 titolari, nel 3-5-1-1 di partenza, il tecnico recupera l’estremo difensore Gillet, Moretti per il reparto arretrato ed El Kaddouri a centrocampo. In attacco mancherà Amaui, infortunato; al suo posto ci sarà Quagliarella. Non convocati Nocerino, Larrondo e Sanchez Mino, che potrebbero lasciare il club durante la sessione di mercato in corso.

I rossoneri di Inzaghi vengono, come detto, dalla sconfitta interna contro il Sassuolo. I punti in classifica sono 25, cinque in meno rispetto a quelli di Lazio e Napoli, attualmente terze in  classifica. Nel 4-3-3, per la difesa, tornano a disposizione Armero, Abate e Mexes, quest’ultimo probabilmente preferito a Rami. A centrocampo si rivede De Jong. In attacco sorprende, accanto a Menez e Bonaventura, il nome di Niang, finora il meno impiegato del reparto. Il nuovo arrivato Cerci, importante ex, entrerà a partita in corso. Panchina anche per El Shaarawi.  Fuori anche Bonera e Honda, impegnato in Coppa d’Asia.

Roberto Guardi