NAPOLI – Le primarie per la scelta del candidato presidente della regione Campania, molto probabilmente, non avranno luogo.

Secondo quanto apprende Libero Pensiero News, nella giornata di ieri nella sede del Pd a Napoli, sarebbe andata in scena una riunione, a cui hanno partecipato alcuni capi correnti, tra cui Topo e Marciano e dove si sarebbe deciso di non fare le primarie per evitare possibili tensioni tra Vincenzo De Luca e Andrea Cozzolino. Nel giro di qualche ora dovrebbe essere reso noto anche un documento nel quale dovrebbe emergere la posizione chiara di spingere Cozzolino a Palazzo Santa Lucia, con l’appoggio dei presenti alla riunione. Tuttavia De Luca sembra aver preso le distanze dagli ultimi eventi riservandosi la possibilità di una lista civica. Casillo, a fronte di questi possibili scenari, non si pronuncia e riflette se appoggiare De Luca, e rischiare di non essere eletto, o rimanere col PD ma da gregario.

DA ROMA RENZI PUNTA MIGLIORE – Il premier Matteo Renzi da fonti vicine viene descritto molto arrabbiato ed infastidito per il caos in Campania e sembrerebbe sempre più convinto di puntare diritto sul nome del leader di Led Gennaro Migliore, da poco iscrittosi al Partito Democratico. Come anticipato da Libero Pensiero News lo scorso 4 Dicembre Migliore abbandonò Sel non tanto per correre a Palazzo San Giacomo, bensì per entrare a Palazzo Santa Lucia e la scelta di non fare le primarie renderebbe sempre più plausibile questo scenario. Renzi così metterebbe fine alla guerra tra i democratici locali. Intanto secondo quanto raccolto da Libero Pensiero News Alfano come bottino di un possibile accordo Pd-NcD avrebbe chiesto al premier  almeno un candidato governatore, che in Campania potrebbe essere Quagliariello.

Una situazione ancora in alto mare, quindi, ma che a breve potrebbe procedere verso una rapida conclusione. Il Partito Democratico sembrerebbe, perciò, oscillare tra più ipotesi, ma senza una che possa essere unitaria in maniera concreta. Se la volontà fosse quella di costruire un’alleanza con il partito del Ministro Alfano, quest’ultimo chiederebbe almeno il nome di un suo candidato in una delle Regioni al voto. In caso contrario la scelta potrebbe essere uno tra Migliore e Cozzolino, le cui candidature potrebbero essere concilianti con la possibilità di creare un’asse di centrosinistra che includerebbe anche Sel, che intanto, avrebbe stretto un patto d’alleanza con il PCdI (l’ex PdCI di Oliviero Diliberto). Vincenzo De Luca, comunque, escluso a priori dalla dirigenza del PD, opterebbe per la costituzione di una sua lista civica.

Pasquale De Laurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteHollande: “Parigi capitale del Mondo”
Articolo successivoLe mille e una notte di Federer
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II