Tracce di cultura: recensione della mostra Augusto e la Campania da Ottaviano a Divo Augusto – Napoli, museo Archeologico nazionale dal 19 dicembre 2014 al 4 maggio 2015.

Non poteva esserci luogo migliore per parlare di storia: Napoli e il Museo Archeologico Nazionale. Tale museo ha ospitato la mostra Augusto e la Campania atta a ripercorre la storia del mondo antico e universale di Ottaviano Augusto uno dei più grandi imperatori romani.

È una mostra che incentra l’amore per la Campania, un amore celebrato in tutte le sue forme. Essa è finanziata dalla Regione Campania e realizzata in collaborazione della soprintendenza di Pompei, Ercolano e Stabia. eh potevi anche scrivere il nome per intero eh

La mostra espone bellissimi pezzi da poter apprezzare come ad esempio i grandi bronzi di Tiberio e di Livia, l’Apollo saettante e il busto di Diana ritrovati entrambi nel tempio di Apollo a Pompei. Si tratta di pezzi di inestimabile valore storico; inoltre ci sono altre sculture di Eumachia, Olconio e la Nereide su Pistrice. sto rifacendo l’articolo da capo in pratica che divertimento eh

A seguire ecco i marmi con le raffigurazioni di tutta la famiglia di Augusto: Claudio, Marcello e Druso, tutti restaurati.

Emergono tra gli affreschi coppe di ossidiana provenienti da Stabia, argenti e monete che rappresentano la conquista del potere di Augusto. Diversi oggetti vengono anche da Capri come le due statue il Narciso di Damecuta e la Cavalcata.

Daniela Merola

La mostra espone bellissimi pezzi da poter apprezzare come ad esempio i grandi bronzi di Tiberio e di Livia, l’Apollo saettante e il busto di Diana ritrovati entrambi nel tempio di Apollo a Pompei. Si tratta di pezzi di inestimabile valore storico; inoltre ci sono altre sculture di Eumachia, Olconio e la Nereide su Pistrice. sto rifacendo l’articolo da capo in pratica che divertimento eh

A seguire ecco i marmi con le raffigurazioni di tutta la famiglia di Augusto: Claudio, Marcello e Druso, tutti restaurati. 

Emergono tra gli affreschi coppe di ossidiana provenienti da Stabia, argenti e monete che rappresentano la conquista del potere di Augusto. Diversi oggetti vengono anche da Capri come le due statue il Narciso di Damecuta e la Cavalcata.

La mostra è assolutamente da non perdere poiché offre al visitatore una precisa visione di com’era l’impero romano antico grazie alla grandezza di Augusto con altissimo valore culturale e sociale.