Lunedì 12 Gennaio, durante il Tg di La7 di Enrico Mentana, sono stati diffusi i primi dati del gruppo EMG del 2015 sulle intenzioni di voto e sulla preferenza degli italiani per i vari leader politici.

Libero Pensiero, come nei mesi precedenti, ne ha analizzato il contenuto.

LE LISTE – Rispetto alla fine del mese di Dicembre, il Partito Democratico si conferma, sempre e comunque, il primo partito con un consenso intorno al 36%, anche se in calo dello 0,4% rispetto allo scorso mese. Resta il secondo partito, in termini di voto, il MoVimento 5 Stelle che guadagna 0,3 punti percentuali rispetto a Dicembre, arrivando a 20,5%. Piccoli segnali di ripresa che lasciano, definitivamente, alle spalle la delusione delle regionali dello scorso Novembre. Altalenante, invece, l’andamento elettorale di Forza Italia. Il partito di Berlusconi, infatti, continua a stazionare tra il 14-15%, registrando rispetto al mese precedente un calo del 0,4%. Sul fronte Lega Nord, va segnalato che Salvini ha, difatti, raggiunto Forza Italia al 14,3%, in rialzo di 0,2 punti percentuali rispetto alla fine dell’anno scorso. Resta piuttosto alta la percentuale, pari al 15,9%, di elettori indecisi. Il dato potrebbe trovare una spiegazione nella mancanza di ‘offerta’ politica del nostro sistema partitico e, soprattutto, nella forza centripeta registrata nelle aree intorno al PD.

Intenzioni di voto, percentuali di gradimento

  1. PD– Partito Democratico 36%  (-0,4%)
  2. M5S– Movimento 5 Stelle 20,5% (+0,3)
  3. FI– Forza Italia 14,3% (-0,4%)
  4. LEGA– Lega Nord 14,3% (+0,2%)
  5. SEL– Sinistra e Libertà 3,1% (+0,1%)
  6. FDI-AN– Fratelli d’Italia-An 3,5% (+0,1%)
  7. NCD+UDC– Nuovo Centrodestra + Unione di Centro 3,5% (-0,1%)
  8. Altri Centrosinistra 1,5% (+0,1)
  9. Altri partiti 3,3% (+0,1%)

I LEADER – Per ciò che concerne le preferenze e la fiducia degli italiani nei vari leader politici, i dati mostrano un calo della fiducia nei confronti dell’attuale Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Infatti, la fiducia nel Premier ha avuto una flessione del 1%, attestandosi intorno al 33%. Sale ancora, invece, la fiducia in Matteo Salvini raggiungendo il 22%. Restano stabili Berlusconi, al 17%; Meloni, al 15%; e, infine Grillo, al 14%.

Intenzioni di voto, percentuali di gradimento

  • MATTEO RENZI: 33%
  • MATTEO SALVINI: 22%
  • SILVIO BERLUSCONI: 17%
  • GIORGIA MELONI: 15%
  • BEPPE GRILLO: 14%
  • ANGELINO ALFANO: 12%
  • NICHI VENDOLA: 8%

In conclusione, si può affermare che rispetto alle vacanze natalizie la situazione sia rimasta più o meno stabile. Il continuo calo del Pd, -4,8% dallo scorso Maggio; la tiepida ripresa dalla ‘batosta’ delle regionali da parte del MoVimento 5 Stelle; la continua rincorsa di Salvini. Va segnalato, infine, che se venissero confermate le modifiche apportate all’italicum, cioè l’abbassamento la soglia di sbarramento dal 4 al 3%, entrerebbero nel futuro Parlamento sia Fratelli di Italia, sia Ncd che Sel.

Valentino Arena

Fonte: Sondaggio EMG – Acqua group “Scenario elettorale”dell’11 Gennaio 2015