“Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo.
Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra forza.
Studiate, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza.”
(Antonio Gramsci)

Nell’Italia lacerata dalla precarizzazione del lavoro, dalla distruzione della res publica, dall’appiattimento della discussione politica e dalla ridicolizzazione della questione morale; nell’Europa dell’austerity, delle banche, dei poteri finanziari e dello sfruttamento dei paesi meridionali; in un mondo in cui il capitalismo mostra il suo grande fallimento, mentre nuovi modelli di società e modi di produzione si fanno strada; è in questo contesto che le nuove generazioni crescono, studiano formano la loro coscienza politica; è in questo contesto che opera la FGCI.

La Federazione Giovanile Comunisti Italiani organizza giovani donne e giovani uomini, che lavorano per promuovere la partecipazione effettiva dei giovani alla politica nazionale e internazionale, la loro crescita morale e intellettuale, la loro capacità di essere protagonisti attivi e coscienti del cambiamento dello stato di cose presente.
La teoria e la prassi, lo studio e l’azione politica, sono il cardine della nostra attività.
Ci battiamo contro ogni forma di precarietà del lavoro e della vita, per il mantenimento e il rafforzamento dei diritti dei lavoratori, duramente conquistati nei passati decenni e ora sotto attacco, per un sistema pensionistico che consenta ai lavoratori di vivere serenamente la propria vecchiaia.
Riteniamo non derogabili al finanziamento e alla gestione privata il diritto alla salute e all’istruzione; il sapere, la conoscenza, la formazione delle nuove generazioni e la ricerca devono rappresentare il fondamento della società.
Siamo convinti che l’applicazione reale della Costituzione Italiana, il rispetto dei principi e dei diritti in essa contenuti, debba essere il cardine della politica e che ciò porterebbe a un forte miglioramento delle condizioni di vita nel nostro Paese.
Guardiamo all’Europa con una diversa idea di Unione, antifascista, antirazzista, che sia motore politico propulsivo di uguaglianza, di libertà e di giustizia per tutto il continente, così com’era stata pensata dai suoi creatori ideologici, Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi.
Facciamo dell’effettiva uguaglianza di genere il caposaldo della nostra attività politica, al di là di ogni sterile retorica, perché il nostro obiettivo resta “la donna libera dall’uomo, tutti e due liberi dal capitale”.

FGCI Napoli