Settimana di lavoro al campo d’allenamento? Dimenticatelo. Anche in questi giorni si va in campo, nelle coppe nazionali, con la tensione dell’eliminazione diretta.

Coppe nazionali – Coppa Italia

La Coppa Italia dà sfogo alla seconda metà degli ottavi di finale, in scena la Roma di Garcia, l’Inter e il Napoli.

La Lupa fa il suo esordio in Coppa contro l’Empoli di Sarri, una delle squadre più quadrate della Serie A. Partita sbloccata subito da Destro, ma i toscani reggono l’urto e resistono fino alla fine con il minimo svantaggio, poi è Verdi, a 10′ dalla fine, a perforare i giallorossi. Nei supplementari De Rossi trasforma il rigore decisivo, per un contestato fallo di Vecino.

In campo anche la Fiorentina, che si sbarazza dell’Atalanta grazie ad un ritrovato Mario Gomez. Il tedesco va a segno due volte in meno di mezz’ora. In mezzo c’è tempo per un altro rigore discusso, che Cuadrado trasforma. La reazione dei bergamaschi si ferma al gol di Bianchi. 3-1 tutto sommato agevole per Montella. In campo, nel finale, anche il neo acquisto viola Diamanti.

L’Inter ha trovato sulla sua strada la Sampdoria. La squadra di Mancini ancora non ha trovato le giuste spaziature e la fluidità nel palleggio, ma la Doria gioca in 10 uomini dall’11° (espulso Krsticic). I nerazzurri avrebbero una grande occasione al 37°, ma Icardi dal dischetto si fa ipnotizzare da Romero. Nella ripresa trova il suo primo gol milanese Shaqiri, poi espulso anche Wszolek, e la Samp crolla. Icardi nel finale mette il punto esclamativo (2-0 il finale).

Nella serata di giovedì Napoli – Udinese chiuderà il quadro.

Coppe nazionali – Capital One Cup

In Inghilterra non ci si ferma mai, men che meno in questa settimana. Di scena la Capital One Cup, con le semifinali, che offrono lo spettacolo di Liverpool – Chelsea. I due tecnici non rinunciano ai titolari evitando rotazioni, fatta eccezione per un paio di giocatori. La partita la sblocca Hazard con un pregevole tiro dal dischetto. I Reds non possono permettersi di rimanere sotto nel punteggio ad Anfield. Nella ripresa tornano in campo affamati di gol, ed è Sterling, improvvisato centravanti, a pareggiare i giochi. L’1-1 finale lascia ancora tutto in bilico in vista del ritorno.

Semifinale più agevole per il Tottenham, che affronta la cenerentola Sheffield. In realtà gli Spurs faticano e non poco a carburare e a trovare le giuste linee di passaggio. Solo un gol di Townsend a 15′ dalla fine conferisce l’1-0 finale che spinge la squadra di Pochettino verso la finale. Al ritorno sarà comunque una battaglia.

Coppe nazionali – Copa del Rey

E’ tempo di quarti di finale in Copa del Rey. Il Villarreal affronta un derelitto Getafe al Madrigal, ma trova l’unico gol della partita solo all’85°, grazie al capitano Bruno Soriano, inizialmente in panchina.

Malaga e Athletic Club di Bilbao non sia fanno male, finisce 0-0 alla Rosaleda. Tutto rinviato alla sfida di ritorno, ma San Mames sarà una bolgia.

La sfida più attesa è senza dubbio Barcellona – Atletico Madrid. Solito canovaccio tattico: Barça che palleggia e cerca di schiacciare i Colchoneros che, dal canto loro, si preoccupano di chiudere gli spazi e imbastire contropiede. Anche questa gara si sblocca all’85°, ma in maniera quasi inedita. Messi va sul dischetto per trafiggere Oblak. Il giovane portiere polacco non si scompone e respinge la conclusione dell’argentino. La Pulce non ci sta e si divora il pallone sulla ribattuta. Segna in tap-in l’1-0 finale. Ora c’è da aspettare la gara di ritorno al Calderòn.

Fonte immagine in evidenza: google.com

Alessandro Cappelli