Nuovo appuntamento Sabato 24 Gennaio, alle 20.10 su Rai Tre, con Che Fuori Tempo Che Fa, il programma presentato a quattro mani da Fabio Fazio e Massimo Gramellini.

Un programma nuovo, reinventato da una costola di quello che la domenica mantiene il suo usuale nome, Che Tempo Che Fa, e la sua classica struttura.

Il sabato però si va fuori, per l’appunto, dagli schemi. Si racconta la settimana, si descrive il sabato sera degli italiani e non. Si discute, si informa e ci si diverte. Come di consueto, la puntata di Che Fuori Tempo Che Fa si apre con la stanza delle meraviglie, uno spazio per quelle cose che costruiscono la nostra vita: le grandi cose, le piccole cose che ci piacciono, ci meravigliano e ci appassionano e così ecco che si sono andati scovando passione e meraviglia nella letteratura, in ogni forma di arte, nelle imprese sportive più disparate, nella scienza e così via.

Tanti gli ospiti in studio e in collegamento. Si comincia con Vieri Razzini, giornalista, critico cinematografico, sceneggiatore, soggettista, produttore cinematografico, scrittore e traduttore italiano. Tornerà poi a divertire e divertirsi insieme al pubblico, Teo Teocoli.

Spazio poi al cinema insieme a Herbert Ballerina e Maccio Capatonda per presentare il film di quest’ultimo dal titolo Italiano Medio: un film che racconta la storia di Giulio Verme, un ambientalista convinto in crisi depressiva, che alla soglia dei 40 anni si ritrova a fare la ‘differenziata’ in un centro di smistamento rifiuti alla periferia di Milano. Avvilito, furioso, depresso è ormai totalmente incapace di interagire con chiunque: con i colleghi di lavoro, con i vicini, con la famiglia e con Franca, la compagna di una vita.

Per quanto riguarda i collegamenti invece, il primo sarà con Claudio Bisio, collegato dal Teatro Creberg di Bergamo con il monologo Father and son ispirato allo straordinario successo editoriale de Gli sdraiati e al Breviario comico di Michele Serra, con la regia di Giorgio Gallione. Father and son è una riflessione sul nostro tempo e sulla nostra società, è il racconto di padri che faticano a ritrovare il proprio ruolo di educatori e di figli chiusi in un mondo di protesi tecnologiche che li allontanano da tutto il resto.

Dall’assenza di questo rapporto nasce un testo teatrale insieme comico e ironico, doloroso e brutale, che segna l’atteso ritorno sulla scena di Claudio Bisio che al contempo è impegnato con la nuova avventura a Sky come giudice di IGT.

Altro collegamento sarà quello con il giocatore di basket: Marco Belinelli.

Come sempre poi, con le note al museo, Marta sui Tubi si esibiranno in un live musicale in uno dei tanti luoghi d’arte d’Italia, per sentire e insieme vedere cose belle.

Per quanto riguarda l’anteprima a Gomorra-La Serie, in onda immediatamente dopo la fine di Che Fuori Tempo Che Fa, ad essere intervistato da Fabio Fazio sarà in magistrato Raffaele Cantone, da sempre in prima linea nella lotta contro la criminalità organizzata.

Questo e tanto altro nella puntata di Che Fuori Tempo Che Fa di sabato 24 gennaio.

Come sempre la regia è affidata a Duccio Forzano.

Enrica Leone