Libero Pensiero ha analizzato gli ultimi sondaggi relativi alle intenzioni di voto politiche, prestando attenzione, oltre che alla fiducia nei leader, anche alle preferenze dei cittadini per il successore di Napolitano, date le imminenti elezioni.

LISTE POLITICHE – Nel dettaglio, secondo i sondaggi del gruppo Emg del 19 gennaio, il Partito Democratico rimane saldamente in testa con il 35.6% dei consensi, in ribasso dello 0,4% rispetto al 12 Gennaio. Il Movimento Cinque Stelle raggiunge il 20,8%, ponendosi come secondo partito in termini di gradimento e facendo registrare una variazione in rialzo dell’0,3%. In calo la Lega Nord che scende al 14,1% vedendo diminuire i propri consensi dello 0,2%. Il partito di Salvini insegue Forza Italia ferma a 14,5%. Tra le altre forze politiche, guadagna lo 0,6% il Nuovo Centro Destra (NCD + UDC) che si attesta al 3,6%, Sinistra Ecologia e Libertà sale al 3,4% facendo registrare un rialzo dello 0,3%,resta stabile il dato di Fratelli d’Italia- An fermo al 3,5%.

I sondaggi Ipsos per la trasmissione diMartedì su La7 non fanno emergere sostanziali differenze rispetto ai dati Emg: confrontando i sondaggi emerge una discrepanza dell’1% delle preferenze assegnato al Partito Democratico (34,6% Ipsos – 35,6% Emg); di circa mezzo punto invece le differenze per quanto riguarda Lega Nord (13,5% Ipsos – 14,1% Emg) Movimento Cinque Stelle (20,4% Ipsos – 20,8% Emg) e Fratelli d’Italia – An (3% Ipsos – 3,5% Emg). Marginali, invece, le variazioni dei restanti partiti.

Sondaggi: percentuali di gradimento

 Emg:

  • PD– Partito Democratico: 35,6%
  • M5S– Movimento 5 Stelle: 20,8%
  • FI– Forza Italia: 14,5%
  • LEGA– Lega Nord: 14,1%
  • SEL– Sinistra e Libertà: 3.4%
  • FDI-AN– Fratelli d’Italia-An: 3,5%
  • NCD+UDC– Nuovo Centrodestra + Unione di Centro:  3,6%

Ipsos:

  • PD– Partito Democratico: 34,6%
  • M5S– Movimento 5 Stelle: 20,4%
  • FI– Forza Italia: 14,6%
  • LEGA– Lega Nord: 13,5%
  • SEL– Sinistra e Libertà: 3,5%
  • FDI-AN– Fratelli d’Italia-An: 3%
  • NCD+UDC– Nuovo Centrodestra + Unione di Centro: 3,4%

SCENARI IPOTETICI – Da un esame dell’istituto Coesis Research per Affariitaliani.it un’eventuale formazione di sinistra guidata da Sergio Cofferati, che ha annunciato di lasciare il PD dopo la sua denuncia di voto irregolare alle primarie liguri, partirebbe da una base elettorale del 10%, anche se potenzialmente potrebbe arrivare al 15%. Le potenziali ripercussioni sulle altre forze politiche ricadrebbero principalmente sul Partito Democratico di Matteo Renzi il quale tornerebbe attorno al 25% mettendo Matteo Salvini in condizione di concorrere seriamente per la vittoria delle prossime elezioni.

cofferati

LEADER – Tutto fermo o quasi, per quanto concerne la fiducia degli italiani nei differenti leader. Matteo Renzi gode della fiducia del 32% degli italiani, in lieve calo rispetto alle ultime settimane (-1%). Completamente invariate le altre preferenze.

Sondaggi: percentuali di gradimento

  • Matteo Renzi: 32%
  • Matteo Salvini: 22%
  • Silvio Berlusconi: 17%
  • Giorgia Meloni: 15%
  • Beppe Grillo: 14%
  • Angelino Alfano: 12%
  • Nichi Vendola: 8%

QUIRINALE – I sondaggi Ipsos si sono occupati anche del prossimo Presidente della Repubblica, dopo le dimissioni di Giorgio Napolitano. Netta preferenza per i candidati del PD ad eccezione di Stefano Rodotà che con il 16% si aggiudica il primato delle preferenze degli italiani davanti ad Anna Finocchiaro (14%), a seguire Romano Prodi (11%) e Walter Veltroni (11%).

Sondaggi: percentuali di gradimento

  • Stefano Rodotà: 16%
  • Anna Finocchiaro: 14%
  • Romano Prodi: 11%
  • Walter Veltroni: 11%
  • Giuliano Amato: 9%
  • Sergio Mattarella: 4%
  • Nessuno di loro: 28%
  • Non sa,non indica: 7%

 Davide Mastroianni

 Fonte: Sondaggio EMG – Acqua group “Scenario elettorale”dell’18 Gennaio 2015; Sondaggio Ipsos “Scenario Elettorale” del 19 Gennaio 2015; Sondaggio Coesis Research per Affaritaliani.it