COMUNICATO STAMPA

Apprendiamo che alcuni ignoti hanno danneggiato, nella notte tra sabato e domenica, la targa dedicata a Enrico Berlinguer, recentemente apposta all’ uscita della stazione della Linea 1 della Metropolitana, in prossimità dello slargo intitolato all’uomo politico che fu segretario del PCI. La Federazione napoletana del Partito comunista d’Italia esprime tutto il proprio sdegno per questo atto grave, provocatorio e teppistico, e chiede che vengano al più presto identificati gli autori del gesto ignobile e fatta piena luce sulla matrice. Napoli è una città di tradizioni democratiche, di profondi e autentici sentimenti antifascisti, una città con la quale Enrico Berlinguer, leader politico del comunismo internazionale e grande italiano, ebbe un intenso legame, il cui ricordo è indelebile nella memoria di generazioni di napoletani. Destano, pertanto, sconcerto ed allarme episodi, come quello verificatosi a danno della targa commemorativa di uno dei principali uomini politici della storia repubblicana, che rivelano la spaventosa ottusità culturale degli ignoti autori, qualunque siano le motivazioni del loro gesto. Il PCdI nel deprecare il vile atto ribadisce la necessità che non vi sia alcuna sottovalutazione dell’accaduto perché qualsiasi forma di indifferenza non soltanto sarebbe dannosa ed incomprensibile, ma rappresenterebbe una colpevole resa alla barbarie civile.

Antonio Frattasi
Segretario Federazione Provinciale Napoletana
Partito comunista d’‘ Italia