Lazio – Milan 3-1: il Milan, dopo la sconfitta casalinga della settimana scorsa, cade di nuovo, questa volta contro una Lazio nettamente superiore. I rossoneri riescono anche a sbloccare subito la partita, con il solito Menez (4’), che ruba palla a Basta, e batte Marchetti dopo una lunga cavalcata. Mala Lazio riesce subito a reagire, creando moltissime palle gol, e non trovando ilpareggio, solamente grazie ad un ottimo Diego Lopez, ed a tanta imprecisione. Nel secondo tempo la partita si capovolge in 5’: prima Parolo (47’) firma il pari con un bellissimo piatto a volo, poi Klose (51’) che dopo aver intercettato uno scellerato retropassaggio di Montolivo, batte Diego Lopez sul suo palo. La Lazio, all’81’, riesce anche a trovare il terzo gol, ancora con Parolo. Nel finale, espulso Mexes, che dopo esser stato provocato da Mauri, perde la testa, e aggredisce al collo lo stesso capitano laziale.

1
Un furioso Mexes blocca per il collo Stefano Mauri nel finale

 Inter – Torino 1-0: i nerazzurri, dopo il pareggio di Empoli, cercano di rialzarsi contro un Torino rivitalizzato dalla vittoria in extremis contro il Cesena. Dominio territoriale dell’Inter, che però non riesce a creare occasioni da gol. Podolski ci prova, ma Padelli para con sicurezza il diagonale dell’ex Colonia. Anche Guarin prova a smuovere le acque, ma il suo tiro dalla distanza è impreciso. Il secondo tempo continua sulla falsariga del primo, con l’Inter che cerca il vantaggio, e il Torino che riparte. La partita sembra avviata al pareggio, ma a 10’’ la spizzata di Maxi Lopez da calcio d’angolo arriva a Moretti, che da solo spinge di testa la palla in porta, e regala alla sua squadra 3 punti pesantissimi e clamorosi.

SerieA
Emiliano Moretti, un attimo dopo aver depositato il pallone alle spalle di un incolpevole Handanovic

Fiorentina – Roma 1-1: Big match di giornata al Franchi, dove la Roma, dopo la vittoria pomeridiana della Juventus, non riesce a riportarsi a -5, guadagnando solamente 1 punto. Il primo tempo è totalmente dominato dalla Fiorentina, che sin dalle fasi iniziali si rende molto pericolosa. Il risultato si sblocca al 19’, quando Mario Gomez devia in porta un tiro sporco di Pizarro, firmando l’1-0. I viola vanno vicini al raddoppio qualche minuto dopo, con una deviazione sottoporta di Basanta, che però non trova la porta. L’unico squillo della Roma nel primo tempo è un colpo di testa di Nainggolan, ottimamente parato da Tatarusanu. Nella seconda frazione di gara, la Roma si sveglia, come d’abitudine negli ultimi tempi. Il pareggio arriva al 49’, quando Iturbe dopo una grande azione personale serve Ljajic, che non sbaglia. 6’ dopo i giallorossi rischiano anche di passare in vantaggio, con Iturbe, ma il portiere riesce a respingere. Negli ultimi 20’ la partita è molto aperta, con capovolgimenti di fronte molto frequenti. L’occasione migliore capita sui piedi di Tomovic, quando all’89’, mette in seria difficoltà De Sanctis, con un tiro da posizione defilata.

SerieA
Adem Ljajic non esulta dopo aver segnato, per rispetto della sua ex-squadra

Tutte le altre partite della 20ª giornata di SerieA

La giornata si apre al Sant’Elia, con il match tra Cagliari e Sassuolo. I sardi si portano in vantaggio con il colpo di testa di Rossettini al 20’. Il Sassuolo riesce a pareggiare con una zampata di Acerbi (76’), deviata dallo stesso Rossettini. I padroni di casa, però, si riportano in vantaggio 3’ dopo, con il gol del neo-acquisto Cop. Nel pomeriggio domenicale il Verona, dopo aver incassato 10 gol in 2 partite, riesce a battere l’Atalanta, grazie al primo gol in Italia di Saviola (53’). Bellissima partita tra Sampdoria e Palermo, nel giorno della presentazione in pubblico dei nuovi acquisti Muriel ed Eto’o. A portarsi in vantaggio sono proprio i blucerchiati, con il solito Eder (6’). Gli ospiti però riescono a pareggiare al 49’, con un fantastico esterno destro del gioiellino Vazquez. Colpaccio del Cesena, che riesce a vincere a Parma, in un fondamentale scontro salvezza. In vantaggio ci vanno proprio i romagnoli, con un fantastico tiro a giro di Pulzetti (21’), che non segnava in Serie A da 4 anni. Il Parma pareggia grazie ad un rocambolesco autogol di Cascione (76’), ma gli ospiti riescono a spuntarla nel finale, con Rodriguez (89’). Vittoria casalinga della Juve, che riesce a piegare il Chievo solamente grazie all’ennesima prestazione mostruosa di Paul Pogba. Prima si inventa l’1-0 (60’), con un sinistro da fuori, poi propizia il 2-0 con un tiro al volo, dopo un aggancio pazzesco, parato da Bizarri, e poi ribadito in rete da Lichtsteiner (73’).

SerieA
Paul Pogba consola Arturo Vidal per la sua sostituzione

Risultati completi di SerieA

  • Cagliari – Sassuolo 2-1
  • Lazio – Milan 3-1
  • Inter – Torino 0-1
  • Juventus – Chievo Verona 2-0
  • Parma – Cesena 1-2
  • Sampdoria – Palermo 1-1
  • Hellas Verona – Atalanta 1-0
  • Fiorentina – Roma 1-1
  • 26/01 Empoli – Udinese 19.00
  • 26/01 Napoli – Genoa 21.00

 Prossimo turno di SerieA

  • 31/01 Genoa – Fiorentina 18.00
  • 31/01 Roma – Empoli 20.45
  • 01/02 Sassuolo – Inter 12.30
  • 01/02 Atalanta – Cagliari 15.00
  • 01/02 Cesena – Lazio 15.00
  • 01/02 Chievo Verona – Napoli 15.00
  • 01/02 Palermo – Hellas Verona 15.00
  • 01/02 Torino – Sampdoria 15.00
  • 01/02 Udinese – Juventus 15.00
  • 01/02 Milan – Parma 20.45

Classifica aggiornata di Serie A

1. Juventus 49 pti.

2. Roma 42 pti.

3. Lazio 34 pti.

4. Sampdoria 34 pti.

5. Napoli** 33 pti.

6. Fiorentina 31 pti.

7. Genoa** 28 pti.

8. Palermo 27 pti.

9. Inter 26 pti.

10. Milan 26 pti.

11. Sassuolo 25 pti.

12. Torino 25 pti.

13. Udinese** 24 pti.

14. Hellas Verona 24 pti.

15. Atalanta 20 pti.

16. Empoli** 19 pti.

17. Cagliari 19 pti.

18. Chievo Verona 18 pti.

19. Cesena 12 pti.

20. Parma 9 pti.

*Una partita in meno

**1 punto di penalizzazione

Fonte immagini media: google.it / gazzetta.it

Biagio Dell’Omo