SEL, SCOTTO: “CHIUSURA DELLA SEDE DI FORMEZ A POZZUOLI ENNESIMO SCHIAFFO A NAPOLI E ALLA CAMPANIA!”

Ancora una volta a fare le spese dei tagli governativi è il Mezzogiorno. Ancora una volta vittima della scure della spending è la Campania, e la provincia napoletana in particolar modo. L’annuncio della chiusura della sede periferica di “Formez PA” sita a Pozzuoli rappresenta l’ennesimo atto di impoverimento delle risorse strategiche dell’area urbana di Napoli, e non è il primo caso: in questi due anni di legislatura abbiamo dovuto affrontare numerosi attacchi alle competenze campane, ed il passato ci mostra un lunghissimo elenco di importanti realtà formative, culturali e produttive abbandonate a sé stesse o chiuse senza alcuna motivazione particolarmente pressante.

L’importanza di “Formez PA” è ancora maggiore oggi, con l’avvio delle Città Metropolitane ed il riassetto delle Province, specie considerata la rilevanza del sistema urbano di Napoli. Ed invece, in controtendenza con i rapporti di “Svimez” e “Censis”, si rifila l’ennesimo schiaffo al Mezzogiorno. In nome di cosa, poi? Di risparmi che si potrebbero ottenere anche con modalità meno dannose? I lavoratori della sede flegrea di “Formez PA” hanno anche proposto una soluzione alternativa, ovvero l’individuazione, in accordo col Comune, di una nuova location in comodato gratuito o a canone agevolato a Palazzo Fuga, ma nessuno al Ministero ha dato loro ascolto.

Tutto ciò è intollerabile. La Campania ha bisogno di investimenti e di più realtà come quella della sede periferica di “Formez PA”, e non di un progressivo allontanamento della ricerca e del sapere di qualità dalla metropoli napoletana. Per questi motivi Sinistra Ecologia Libertà ha deciso di presentare un’interrogazione al Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione per chiedere che non si proceda con la chiusura della sede di Pozzuoli di “Formez”, e che si ascoltino richieste e proposte dei lavoratori di tale, importantissima realtà.

Arturo Scotto – Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà alla Camera dei Deputati