NAPOLI: AL LICEO GARIBALDI SITUAZIONE INSOSTENIBILE A CAUSA DELLE INFILTRAZIONI D’ACQUA, STUDENTE SCIVOLA E SBATTE LA TESTA.
GLI STUDENTI: SE LA SITUAZIONE NON CAMBIA ENTRO BREVE CI MOBILITEREMO!
 
La situazione per quanto riguarda l’edilizia scolastica a Napoli è catastrofica, animali infestanti nelle scuole e infiltrazioni impediscono a diversi studenti di vivere in modo sereno le ore passate a scuola.
Nel caso del Garibaldi, che ha problemi con infiltrazioni d’acqua e con il mancato funzionamento dei termosifoni, gli studenti sono allo stremo. Piove dentro la scuola, un ragazzo di 16 anni è addirittura scivolato sbattendo la testa e graffiandosi la gamba.
 
Gli studenti del Liceo, situato in via Carlo Pecchia 27, hanno atteso la fine di Gennaio sperando nel miglioramento delle condizioni della scuola. Ma ora, prendendo atto della situazione insopportabile non possono fare altro che mobilitarsi. Fare lezione con quel gelo, complici anche le temperature molto basse, è impossible. Il quarto piano è in condizioni pietose, acqua per terra, tapparelle semi-distrutte che rischiano di ferire alunni e i termosifoni che non funzionano non permettono il sereno svolgimento delle lezioni. 
Questi problemi, sentiti anche dai professori e dal personale ATA, non possono essere risolti attraverso l’alternanza dell’uso del terzo piano (in condizioni migliori). Questa soluzione farebbe perdere giorni di scuola importanti agli studenti e proprio in virtù della difesa del diritto allo studio abbiamo intenzione di mobilitarci!
 
La nostra rabbia non è verso la scuola o la Preside, che hanno fatto quel che potevano per risolvere la situazione. Ma verso la Provincia, le Istituzioni e soprattutto il Governo che non assicurano il diritto allo studio e le più basilari norme di sicurezza agli studenti.
 
La situazione è inaccettabile, non si possono continuare a finanziare le scuole private quando la scuola pubblica è in queste condizioni. Le istituzioni hanno abbandonato gli studenti che muoiono di freddo e si fanno male a causa della scarsa manutenzione delle scuole. Invece di finanziare l’edilizia scolastica e la scuola pubblica lo stato ha altre priorità, essere forte con i deboli e debole con i forti. La zona in cui ci troviamo è abbandonata a se stessa, povertà e criminalità la dominano, gli avvenimenti del Galiani ne sono un chiaro esempio. E lo stato cosa fa invece di tutelarci? Ci lascia al freddo e al gelo come se la situazione esterna alla scuola non bastasse. Gli studenti vanno tutelati.” – dichiara Mario Sansone, uno dei Rappresentanti d’Istituto del Garibaldi e Presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Napoli.
Mario Sansone, Rapprentante d’Istituto del Liceo Classico G. Garibaldi e Presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Napoli
!cid_ii_i5k1v95j10_14b3ca09fec9c550
!cid_ii_i5k1v94s6_14b3ca09fec9c550
!cid_ii_i5k1v98n26_14b3ca09fec9c550