SEL, SCOTTO: “HO SCRITTO AL MINISTRO ALFANO PER CHIEDERE DI IMPEDIRE LO SCIPPO DI CALDORO SULLA LEGGE ELETTORALE REGIONE CAMPANIA!”

 

Negli scorsi mesi la legge elettorale regionale campana è stata più volta rivista, modificata, stravolta: nella giungla di rimandi e richiami che si è venuta a creare sono tanti, troppi i dubbi interpretativi e le ambiguità formatisi, tali da mettere a repentaglio le intere elezioni, dato che essi rischiano di tradursi in possibili contestazioni del risultato elettorale. Eppure, quando mancano ormai pochi mesi alle elezioni regionali in Campania, la Regione continua a rifiutarsi di esprimere un’interpretazione autentica della legge elettorale così come modificata negli scorsi mesi, ed anzi si prepara a cambiarla ancora una volta nei prossimi giorni.

Una situazione di questo tipo è un paradosso ed una presa in giro nei confronti dei cittadini, che hanno il diritto di conoscere in anticipo con certezza le regole che presiederanno alle elezioni regionali. Per questi motivi ho deciso di scrivere al Ministro dell’Interno per esporgli la problematica e chiedergli di chiarire i punti più ambigui della normativa e di valutare la possibilità di un intervento legislativo di modifica o una interpretazione autentica che prevenga eventuali contestazioni del risultato elettorale. In attesa di risposte, Sinistra Ecologia Libertà continuerà a chiedere chiarezza e rispetto verso gli elettori organizzando e sostenendo mobilitazioni, a partire dal presidio convocato da forze politiche e sociali per mercoledì 4 febbraio alle ore 10:00 presso l’isola F10 del Centro Direzionale di Napoli, in coincidenza con la riunione del Consiglio regionale della Campania.

 

Arturo Scotto – Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà alla Camera dei Deputati