Tra gli ex parlamentari del Movimento Cinque Stelle, che ora fanno parte del gruppo misto e riconosciuti come Alternativa Libera e gli attuali deputati e senatori del Movimento lanciato da Beppe Grillo è guerra.

Il pomo della discordia tra i grillini e gli ex grillini è il post su Facebook del Deputato 5 Stelle Paolo Romano, il quale ha scritto: “Ieri sera rispondevo così a un attivista sostenitore che mi invitava a non lasciare il M5S: Ho appreso anch’io stasera di questa fuoriuscita di altri 10 colleghi, nutro la speranza che si tratti di una bufala messa in giro dai giornalisti […]. Ho visto con i miei occhi alcuni sms che hanno ricevuto dei miei colleghi, dove venivano promessi soldi (tanti soldi) e incarichi a chi fosse fuoriuscito e avesse formato un nuovo gruppo”.

Ma ricostruiamo con calma, ecco cos’è successo

grillini

Subito dopo, pensando di mettersi in una posizione molto scomoda ha pensato bene di ritrattare in parte..

grillini

Walter Rizzetto, uno dei fuoriusciti del Movimento 5 Stelle ha risposto così:

grillini

Paolo Romano, ha poi ritrattato dopo un po’ di tempo facendo un precisazione:

grillini

Ma il post dell’Onorevole Mara Mucci su Facebook è molto chiaro in questo senso, ha infatti pubblicato questo comunicato stampa:

M5S, Alternativa Libera, falsità su di noi, fatto esposto a Procura
ORA DIMOSTRATE LE ACCUSE ALTRIMENTI BASTA FANGO SU DI NOI

“Abbiamo chiesto alla Procura di Roma di fare luce sulle accuse che ci vengono rivolte”. Ad annunciarlo sono i parlamentari di Alternativa Libera, che questa mattina hanno depositato un esposto firmato dai deputati Walter Rizzetto, Aris Prodani, Marco Baldassarre, Gessica Rostellato, Mara Mucci, Sebastiano Barbanti, Emanuele Segoni, Tancredi Turco, Eleonora Bechis.

“Il parlamentare del M5S, Paolo Nicolo’ Romano, durante la trasmissione “Servizi Pubblico” su La7 ha dichiarato di aver letto dei messaggi sul telefonino di un deputato che parlavano di un nostro ingresso nel governo dopo la fuoriuscita dal Movimento”, aggiungono.

“Tutto assolutamente falso, non c’è stata nessuna trattativa di posti o di poltrone. Noi siamo usciti dal M5S per motivi legati esclusivamente alla democrazia interna a quel partito, e l’impossibilità di poter fare politica. Lo abbiamo spiegato più volte, ma qualcuno pare non aver capito. La macchina del fango – continuano – non ci colpirà, anzi siamo assolutamente tranquilli e decisi a fare chiarezza. Per questo abbiamo chiesto alla Procura di indagare sulla vicenda, e fare luce il prima possibile su quanto dichiarato da Romano”, concludono.

 

Luca Mullanu

CONDIVIDI
Articolo precedenteScambio di ruoli: gli studenti danno un voto ai propri docenti
Articolo successivoCittà Metropolitana, il libro del prof. Chiacchio
Lavoratore precario nel settore del turismo, appassionato di politica sin dalla nascita. Fondatore e ideatore di Libero Pensiero online, insieme ad Emanuele Tanzilli. Cuore a sinistra, contribuisce alla crescita della FGCI, di cui era anche Segretario Provinciale di Napoli. Attualmente senza casa politica, come tanti e tante di sinistra che non si riconoscono più in nessun soggetto organizzato. Un libero pensatore: scrive praticamente da sempre. Da ragazzo, come tantissimi altri, avvertiva il peso delle ingiustizie della società: voleva cambiare il mondo e ha cominciato ad impegnarsi durante i primi anni di Liceo. Ha sempre odiato le ingiustizie, tanto quanto i suoi compagni di viaggio. Non ama i dogmi, ma lo anima la voglia di discutere.