NAPOLI – Parte da questa mattina la settimana di mobilitazione dal 9 al 15 Febbraio contro il caro trasporti determinato da Stefano Caldoro e Sergio Vetrella. L’iniziativa è promossa dai Giovani Democratici dell’area metropolitana di Napoli, in collaborazione con il Partito Democratico.

”Saremo presenti – dice il segretario metropolitano dei GD Napoli, Marco Sarracino – presso le stazioni della metro, della cumana, degli autobus, della circumvesuviana e nei luoghi in cui il disagio causato dall’inefficienza del trasporto pubblico locale è più sentito, per protestare contro le nuove tariffe imposte da Stefano Caldoro e Sergio Vetrella. L’idea – prosegue Sarracino – partorita dal nostro responsabile trasporti Luca Di Procolo, è quella di raccogliere le testimonianze e i disagi della cittadinanza, le esperienze degli studenti e dei lavoratori, al fine di costruire una controproposta innovativa da presentare poi al prossimo candidato governatore del centrosinistra in Campania. Ancora una volta i Giovani Democratici scendono in campo per manifestare il proprio dissenso contro questa scellerata giunta regionale, sperando di essere ulteriore pungolo e ulteriore incentivo all’opposizione che dovrebbe invece fare il PD Campania” – conclude.

Ecco l’appelo:
La situazione del TPL napoletano è oramai al collasso.

Si pretende di trasportare un’utenza media di 45000 persone al giorno (per ogni tratta) su un materiale rotabile risalente agli anni ’80 e ’90. Il trasporto su gomma non è messo meglio: i disagi, le mancanze e i continui ritardi sono all’ordine del giorno per qualsiasi pendolare medio. Da ultimo, l’aumento dei prezzi previsto da Caldoro (che addirittura vanta di aver fatto, in questo modo “quadrare il bilancio”) e dalla sua Giunta non fa che gravare ulteriormente sulle tasche dei cittadini, senza portare alcun beneficio in termini di servizio ed efficienza.

Bisogna dire basta. Se tagliare ed evitare gli sprechi è necessario, non si può pretendere di far pagare anni e anni di cattiva gestione ai cittadini, lasciando morire di una lenta agonia il trasporto pubblico. Ecco perché i Giovani Democratici della Città Metropolitana di Napoli hanno deciso di agire. Dal 9 al 15 Febbraio potrete trovarci in piazza, alle fermate dei bus, della metro, della Circumvesuviana, della Cumana, e in tutti i punti della città dove la scellerata politica di Caldoro fa più danni.

Decine di circoli si mobiliteranno per formare dei punti d’ascolto, dove sarà possibile confrontarsi e discutere. L’idea è quella di effettuare delle vere e proprie “interviste”, e ciascun cittadino avrà la possibilità di segnalare (in forma del tutto anonima) le carenze ed i disagi a cui è soggetto ogni giorno, con l’opportunità di suggerire cambiamenti e migliorie di ogni tipo.

Il materiale raccolto in maniera capillare su tutto il territorio sarà, infine, sintetizzato per formulare una proposta politica che porteremo all’attenzione del prossimo candidato Presidente della Regione Campania della coalizione di centrosinistra.

Crediamo fortemente, infatti, che per formulare una proposta politica SERIA non si possa prescindere dall’ascolto dei cittadini e di coloro che realmente vivono tutti i giorni le complicazioni e le criticità del nostro sistema.

mappa gd

Pasquale De Laurentis

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAbusivopoli a Torre del Greco, chiesti 3 anni e mezzo di reclusione per il sindaco Borriello
Articolo successivoIl Napoli batte anche l’Udinese: 3-1 al San Paolo

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II