Tre aggettivi per definire il conduttore, il Festival di Sanremo 2015 e le canzoni: Numero uno, grande musica e divertimento, belle canzoni. Questi sono quelli che il direttore Leone ha usato oggi, per descrivere la Carovana del Festival 2015, nella conferenza stampa di questa mattina, quella indetta per dare dati tecnici circa la serata di oggi e quella di domani, una conferenza nella continuità del clima di ieri, calmo rilassato e senza polemica (ad eccezione delle solite discussioni sulla giuria e la metodologia di voto).

Conti punta ad un Festival per la gente comune e ancora una volta cita la canzone Per Sempre di Ligabue che a parer suo rappresenta al meglio il messaggio di questo Festival di Sanremo 2015 e così il Festival diventa una macedonia con frutta fresca e tanti sapori, un Festival divertente e con grande ritmo, con delle vallette “bellissime ed intelligenti”, cinque serate in cui si vedrà di tutto, ma Conti rassicura che non canterà anche lui. Alcune chiarificazioni, poi, sull’uscita dei big di questa sera, che saranno 10.  Per il resto la scaletta rimane quella stabilita ieri. Conti spiega, elogiando Pif che quest’anno seguirà il festival per Radio Due, qual è stato uno dei motivi per il quale la gara dei giovani è stata anticipata all’anteprima:

“Dopo il linguaggio geniale dello scorso anno era difficile partire con qualcosa di giusto per sostituirlo e quindi abbiamo scelto di partire proprio col Festival. Ci ha spinto ad inventare qualcosa con le Nuove Proposte”.

Altra notizia è la presenza dei Boiler, filo conduttore comico di tutte e cinque le serate, per vedere il lato scanzonato e divertente del giornalismo, attraverso le loro domande assurde.

Elencati poi gli ospiti di mercoledì sera: Biagio Antonacci, Conchita Wurst, Marlon Roudette (inserito nella lista all’ultimo), Lobolus, Biagio Antonacci, Conchita Wurst.

Occhi puntati su Albano e Romina che Conti commenta così:

“Era impensabile a una Réunion solo estera. Loro hanno dato tanto al Festival di Sanremo. Mi fa pensare che molti Paesi hanno imparato la nostra lingua anche per le canzoni di loro due. Era doveroso chiamarli su questo palcoscenico”.

Questa conferenza stampa non ha portato a grandi rivelazioni, in sala era presente solo Conti che però non si è scucito troppo e non ha regalato alla stampa succulente notizie.

Un presenza però continua ad aleggiare sul Festival di Sanremo 2015 ed è quella, vera o presunta, di Maria De Filippi, che Conti commenta così:

“Alcuni cantanti usciti dal suo talent come due sono usciti da X Factor. Il mondo dei talent non me la sono sentita di trascurarla, è una realtà fantastica. Il primo talent, non dimentichiamolo, è Sanremo Giovani. Amici è una realtà che sforna talenti. E’ uno dei tanti spazi che creano i personaggi nel nostro Paese”.

Anche quest’anno, come fu nel 2013 con Marco Mengoni, il vincitore di Sanremo 2015 accederà di diritto all’Eurovision Song Contest e a tal riguardo Conti ha chiarito quale sia stato il metro di giudizio utilizzato per scegliere le venti canzoni in gara:

“Quando abbiamo fatto la selezione non abbiamo pensato al mercato internazionale, ma penso che questa musica possa essere ascoltata in tutta Europa e nel mondo. Credo che tantissimi di questi protagonisti possano rappresentare l’Italia al Festival Europeo. Magari riusciremo anche a vincerlo e portare la manifestazione nel nostro Paese. Sarebbe fantastico”.

Tutto è pronto dunque per un festival di Sanremo 2015 che parte sicuramente avvantaggiato, almeno dal punto di vista del clima “mite e temperato” che si respira in quel del Ariston.

Appuntamento a questa sera alle 20.30 su Rai Uno.

Enrica Leone

CONDIVIDI
Articolo precedenteSwissleaks: i segreti della banca Hsbc svelati da Falciani
Articolo successivoTorquato Tasso: tra genio e follia
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.